Presidente DI TOMASSI Maria Stefani

/Tag:Presidente DI TOMASSI Maria Stefani

In tema di misure cautelari personali, allorche’ sia denunciato, con ricorso per cassazione, vizio di motivazione del provvedimento emesso dal tribunale in sede di riesame o di appello cautelare in ordine alla consistenza dei gravi indizi di colpevolezza e alle esigenze cautelari

Corte di Cassazione, sezione prima penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21958. La massima estrapolata: Il controllo di legittimita' sulla motivazione delle ordinanze emesse a seguito di impugnazione di provvedimenti [...]

Misure di prevenzione: l’eventuale annullamento del decreto applicativo della misura non determina il mancato rispetto del termine di cui al Decreto Legislativo n. 159 del 2011, articolo 27, comma 6

Corte di Cassazione, sezione prima penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21980. Le massime estrapolate: L'eventuale annullamento del decreto applicativo della misura non determina il mancato rispetto del termine di [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 6 marzo 2018, n. 10235. L’effetto estintivo di cui all’articolo 460 comma 5 cpp non è condizionato dalla mancata esecuzione della pena inflitta con il decreto penale di condanna.

L'effetto estintivo di cui all'articolo 460 comma 5 cpp non è condizionato dalla mancata esecuzione della pena inflitta con il decreto penale di condanna. Sentenza 6 marzo 2018, n. 10235 [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 5 marzo 2018, n. 9983. La confisca pertinenziale è strettamente correlata alla pronuncia irrevocabile di condanna.

La confisca pertinenziale è strettamente correlata alla pronuncia irrevocabile di condanna. Sentenza 5 marzo 2018, n. 9983 Data udienza 23 gennaio 2018 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 5 marzo 2018, n. 9984. La pronuncia della sentenza di condanna costituisce il termine finale di riferimento per operare la confisca lei beni

La circostanza che il provvedimento di confisca sia alternativamente emesso da parte del giudice dell'esecuzione, dopo la condanna irrevocabile, non puo' modificare la prospettiva temporale, che e' anche prospettiva ontologica [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 15 febbraio 2018, n. 7390. La circostanza attenuante di cui all’articolo 62 c.p., comma 1, n. 1, viene in rilievo quando la condotta dell’agente rinviene il suo movente in ragioni che siano certamente corrispondenti ad un’etica che sottolinei i valori piu’ elevati della natura umana

La circostanza attenuante di cui all'articolo 62 c.p., comma 1, n. 1, viene in rilievo quando la condotta dell'agente rinviene il suo movente in ragioni che siano certamente corrispondenti ad [...]

Carica Altri Articoli