Quando un medesimo danno è provocato da più soggetti
Articolo

Quando un medesimo danno è provocato da più soggetti

Corte di Cassazione, civile, Sentenza|9 settembre 2021| n. 24405. Quando un medesimo danno è provocato da più soggetti, per l’inadempimento di contratti diversi, intercorsi rispettivamente tra ciascuno di essi e il danneggiato, tali soggetti debbono essere considerati corresponsabili in solido, non tanto sulla base dell’estensione alla responsabilità contrattuale dell’art. 2055 c.c., dettato per la responsabilità extracontrattuale,...

Ipotesi in cui si lamenti l’omesso esame di una domanda
Articolo

Ipotesi in cui si lamenti l’omesso esame di una domanda

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|2 settembre 2021| n. 23819. Ipotesi in cui si lamenti l’omesso esame di una domanda. Nel giudizio di legittimità, deve essere tenuta distinta l’ipotesi in cui si lamenti l’omesso esame di una domanda da quella in cui si censuri l’interpretazione che ne abbia data il giudice di merito: nel primo caso, infatti,...

Indennità di mancato preavviso
Articolo

Indennità di mancato preavviso

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|2 settembre 2021| n. 23822. Indennità di mancato preavviso . L’istituto del recesso per giusta causa, previsto dall’art. 2119, primo comma, cod. civ. in relazione al contratto di lavoro subordinato, è applicabile anche al contratto di agenzia, dovendosi tuttavia tener conto, per la valutazione della gravità della condotta, che in quest’ultimo ambito...

Clausola di recesso e patto di non concorrenza
Articolo

Clausola di recesso e patto di non concorrenza

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|1 settembre 2021| n. 23723. Clausola di recesso e patto di non concorrenza. La clausola che consente al datore di lavoro di recedere unilateralmente dal patto di non concorrenza è nulla per contrasto con norme imperative. A tal proposito, non rileva il fatto che il recesso sia intervenuto in costanza di rapporto...

La quietanza liberatoria rilasciata a saldo di ogni pretesa
Articolo

La quietanza liberatoria rilasciata a saldo di ogni pretesa

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|4 agosto 2021| n. 22245. La quietanza liberatoria rilasciata a saldo di ogni pretesa costituisce, di regola, una semplice manifestazione del convincimento soggettivo dell’interessato di essere soddisfatto di tutti i suoi diritti, e pertanto concreta una dichiarazione di scienza priva di alcuna efficacia negoziale in quanto le enunciazioni onnicomprensive sono assimilabili alle...

La rinuncia al compenso da parte dell’amministratore
Articolo

La rinuncia al compenso da parte dell’amministratore

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|23 luglio 2021| n. 21172. La rinuncia al compenso da parte dell’amministratore può trovare espressione in un comportamento concludente del titolare che riveli in modo univoco una sua volontà dismissiva del relativo diritto; a tal fine è pertanto necessario che l’atto abdicativo si desuma non dalla semplice mancata richiesta dell’emolumento, quali che...

Riforma della sentenza di condanna del datore di lavoro
Articolo

Riforma della sentenza di condanna del datore di lavoro

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|8 luglio 2021| n. 19530. In caso di riforma, totale o parziale, della sentenza di condanna del datore di lavoro al pagamento di somme a favore del lavoratore, il datore di lavoro ha diritto a ripetere quanto il lavoratore abbia effettivamente percepito e non può, invece, pretendere la restituzione di un importo...

Accertamento della responsabilità del dipendente
Articolo

Accertamento della responsabilità del dipendente

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|8 luglio 2021| n. 19529. In caso di accertamento della responsabilità del dipendente per asserita condotta negligente è preliminare la verifica della riconducibilità degli obblighi di diligenza a precise mansioni e disposizioni aziendali. In tal senso, compete al datore di lavoro la prova della fattispecie di inadempimento, oltre che del danno e...

Cessione di ramo d’azienda ed i crediti maturati dal lavoratore
Articolo

Cessione di ramo d’azienda ed i crediti maturati dal lavoratore

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|8 luglio 2021| n. 19526. Cessione di ramo d’azienda ed i crediti maturati dal lavoratore. In caso di cessione di ramo d’azienda, ove su domanda del lavoratore ceduto venga giudizialmente accertato che non ricorrono i presupposti di cui all’art. 2112 c.c., i crediti maturati dal lavoratore nei confronti dell’impresa cedente dopo la...

Comportamento del lavoratore contrario al c.d. minimo etico
Articolo

Comportamento del lavoratore contrario al c.d. minimo etico

Corte di Cassazione, civile, Ordinanza|9 luglio 2021| n. 19588. Comportamento del lavoratore contrario al c.d. minimo etico. La predeterminazione dell’illecito e l’affissione del codice disciplinare sono superflue nelle ipotesi di comportamento del lavoratore contrario al c.d. minimo etico, essendo in tal caso la condotta addebitata immediatamente percepibile dal dipendente come illecita. Ordinanza|9 luglio 2021| n. 19588....