Presidente PALLA Stefano

/Tag: Presidente PALLA Stefano

In tema di arresto nella quasi flagranza del reato, il requisito della sorpresa dell’indiziato con cose o tracce del reato

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21942. La massima estrapolata: L'eccezionalita' dell'arresto in flagranza trova ragionevole giustificazione nella "constatazione (da parte di chi procede all'arresto) [...]

Il delitto di favoreggiamento e’ configurabile non solo quando il comportamento dell’agente sia diretto a sviare l’attivita’ investigativa , ma anche quando turba l’attivita’ di ricerca e acquisizione della prova

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, Sentenza 24 aprile 2018, n. 18110. Le massime Il delitto di favoreggiamento e' configurabile non solo quando il comportamento dell'agente sia diretto a sviare [...]

Bancarotta fraudolenta. Il reato di bancarotta fraudolenta per distrazione e’ reato di pericolo e non e’ dunque necessario, per la sua sussistenza, la prova che la condotta abbia causato un effettivo pregiudizio ai creditori

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 22 marzo 2018, n. 13407. Poiche' l'imprenditore e' posto dal nostro ordinamento in una posizione di garanzia nei confronti dei creditori, i quali [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, ordinanza 1 marzo 2018, n. 9412. E’ ammissibile l’appello proposto dall’imputato avverso la sentenza del Giudice di pace di condanna a pena pecuniaria, ancorche’ non specificamente rivolto al capo relativo alla condanna al risarcimento del danno in favore della parte civile

E' ammissibile l'appello proposto dall'imputato avverso la sentenza del Giudice di pace di condanna a pena pecuniaria, ancorche' non specificamente rivolto al capo relativo alla condanna al risarcimento del danno [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 22 gennaio 2018, n. 2622. In caso di sentenza di condanna relativa ad un reato depenalizzato e qualificato come illecito civile, il Giudice dell’impugnazione ne deve revocare i relativi capi

In caso di sentenza di condanna relativa ad un reato depenalizzato e qualificato come illecito civile, il Giudice dell'impugnazione ne deve revocare i relativi capi. L'esercizio della corrispondente azione risarcitoria [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 22 gennaio 2018, n. 2623. Per integrare il delitto di falsita’ in scrittura privata previsto dall’articolo 485 c.p.

Per integrare il delitto di falsita' in scrittura privata previsto dall'articolo 485 c.p., è necessaria una modificazione della realta' documentale preesistente rispetto a quella che si fa apparire ad opera [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 22 gennaio 2018, n. 2627. Reato di diffamazione per chi in assemblea condominiale affermi che il consuntivo è falso anche se non fa il nome dell’amministratore.

Reato di diffamazione per chi in assemblea condominiale affermi che il consuntivo è falso anche se non fa il nome dell'amministratore. Sentenza 22 gennaio 2018, n. 2627 Data udienza 28 [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 3 gennaio 2018, n. 106. Sequestro preventivo dell’albergo se esiste un rischio che possa essere venduto malgrado l’ipoteca e il rilevante valore economico

Sequestro preventivo dell'albergo se esiste un rischio che possa essere venduto malgrado l'ipoteca e il rilevante valore economico. Nel reato di bancarotta il sequestro è giustificato per impedire la dispersione [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 3 gennaio 2018, n. 107. Possibile il sequestro, finalizzato alla confisca diretta, delle somme dell’indagato per truffa.

Possibile il sequestro, finalizzato alla confisca diretta, delle somme dell'indagato per truffa. Non e', infatti, la ricorrenza di una fattispecie riconducibile alla fattispecie di cui all'articolo 321 c.p.p., comma 2 [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 28 dicembre 2017, n. 57764. Messaggi o filmati postati sui social network integrino l’elemento oggettivo del delitto di atti persecutori

Messaggi o filmati postati sui social network integrino l'elemento oggettivo del delitto di atti persecutori e l'attitudine dannosa di tali condotte non e', ai fini che ci occupano, tanto quella [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 22 dicembre 2017, n. 57503. La disposizione di cui all’art. 580 c.p. punisce l’istigazione al suicidio a condizione che la stessa venga accolta e il suicidio si verifichi o, quanto meno, che il suicida, fallendo il suo intento, si procuri una lesione grave o gravissima

La disposizione di cui all’art. 580 c.p. punisce l’istigazione al suicidio a condizione che la stessa venga accolta e il suicidio si verifichi o, quanto meno, che il suicida, fallendo [...]

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 6 dicembre 2017, n. 54879. Ai fini della configurabilità del reato di cui all’art. 612 c.p., è sufficiente l’ingiustizia del danno

Ai fini della configurabilità del reato di cui all'art. 612 c.p., è sufficiente l'ingiustizia del danno, senza necessità che si realizzi l'effettiva intimidazione della vittima - ha invece ribadito che [...]

Carica Altri Articoli