Relatore COSTANZO Angelo

/Tag: Relatore COSTANZO Angelo

L’estraneo alla Pubblica amministrazione concorre nella rivelazione di segreti d’ufficio se non si limita a ricevere la notizia che deve rimanere segreta, ma istiga o induce il pubblico ufficiale a rivelarla

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, sentenza 4 maggio 2018, n. 19497. L'estraneo alla Pubblica amministrazione concorre nella rivelazione di segreti d'ufficio se non si limita a ricevere la notizia [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, sentenza 22 gennaio 2018, n. 2671. Il genitore che si propone di modificare il luogo di vita del minorenne non puo’ procedere all’insaputa dell’altro genitore e, se non ne ottiene il consenso, deve rivolgersi all’Autorita’ giudiziaria

L'articolo 574 bis c.p., comma 1, si distingue dall'articolo 574 cod. pen. per l'elemento specializzante costituito dalla conduzione o dal trattenimento del minorenne fuori dal territorio dello Stato, per un [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, sentenza 21 novembre 2017, n. 53000. Le dimissioni del dipendente pubblico bastano per escludere il pericolo di reiterazione del reato

La questione della efficacia delle dimissioni e dell'accertamento della loro portata non si esaurisce con la interpretazione dei dati normativi, ma richiede la ricostruzione dell'inquadramento del rapporto di lavoro dell’indagato [...]

Corte di Cassazione, sezione VI penale, sentenza 21 giugno 2017, n. 30827

L'errore di fatto, come falsa rappresentazione che puo' escludere la sussistenza dell'elemento psicologico, rileva se il soggetto si rappresenta la realta' di fatti che, se effettivamente sussistessero, escluderebbero l'antigiuridicita' del [...]

Corte di Cassazione, sezione VI penale, sentenza 16 maggio 2017, n. 24301

Per dare attuazione al mandato di arresto occorre che quest'ultimo contenga i gravi indizi di colpevolezza, desunti d'attività di intercettazione, sorveglianza, osservazione e controllo tra loro complessivamente coerenti Suprema Corte [...]

Corte di Cassazione, sezione VI penale, sentenza 9 maggio 2017, n. 22570

Nel provvedimento cautelare personale l'omesso deposito del brogliaccio di ascolto e dei files audio delle registrazioni di conversazioni oggetto di intercettazione non è sanzionato da nullità o inutilizzabilità perché basta [...]

Corte di Cassazione, sezione VI penale, sentenza 17 gennaio 2017, n. 1987

Se la situazione da ricostruire presenta connotati non riducibili all'ordinario, allora confidare nelle massime di esperienza diventa fuorviante, donde è sempre necessario che si possa ragionevolmente escludere ogni spiegazione alternativa [...]

Corte di Cassazione, sezione VI penale, sentenza 16 febbraio 2017, n. 7437

Poiché la detenzione domiciliare deve svolgersi secondo modalità analoghe a quelle della misura intra muraria, agli effetti dell’art. 385 cod. pen., deve intendersi per abitazione lo spazio fisico delimitato dall’unità [...]

Carica Altri Articoli