La clausola risolutiva espressa non ha carattere vessatorio atteso che essa non è riconducibile ad alcuna delle ipotesi previste dall’art. 1341, comma 2, cod. civ.

Corte di Cassazione, Sezione 3 civile, ordinanza 5 luglio 2018, n. 17603. La massima estrapolata: La clausola risolutiva espressa non ha carattere vessatorio atteso che essa non è riconducibile ad [...]

In tema di contratto stipulato da “falsus procurator”, la deduzione del difetto o del superamento del potere rappresentativo e della conseguente inefficacia del contratto, da parte dello pseudo rappresentato, integra una mera difesa

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Sentenza 28 giugno 2018, n. 17013. La massima estrapolata: In tema di contratto stipulato da “falsus procurator”, la deduzione del difetto o del superamento [...]

In materia di inadempimento contrattuale, anche in presenza di un termine non essenziale, il mancato adempimento del debitore entro il termine pattuito, e nonostante un’iniziale tolleranza da parte del creditore, non preclude la valutazione di gravità dell’inadempimento

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, Ordinanza 5 giugno 2018, n. 14409. La massima estrapolata: In materia di inadempimento contrattuale, anche in presenza di un termine non essenziale, il mancato [...]

Nella controversia con cui il debitore contesti l’esecuzione esattoriale, in suo danno minacciata o posta in essere, non integra ragione di esclusione della condanna alle spese di lite nei confronti dell’agente della riscossione

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Sentenza 13 giugno 2018, n. 15390. La massima estrapolata: Nella controversia con cui il debitore contesti l'esecuzione esattoriale, in suo danno minacciata o posta [...]

La ratifica dell’attivita’ svolta dal falsus procurator non si realizza con la semplice conoscenza che di essa abbia avuto il dominus

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 13 giugno 2018, n. 15402. La massima estrapolata: La ratifica dell'attivita' svolta dal falsus procurator non si realizza con la semplice conoscenza che [...]

La diffida ad adempiere, nella sua struttura logica e sistematica, è uno strumento offerto ad un contraente nei confronti dell’altro inadempiente per una celere risoluzione del contratto, affinché il contraente adempiente non resti vincolato all’altro fino alla pronuncia del giudice e possa provvedere con altri alla realizzazione del suo interesse negoziale.

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Sentenza 11 giugno 2018, n. 15052. La massima estrapolata: Il contraente che si avvale dello strumento della diffida ad adempiere (art. 1454 cod. civ.) [...]

Carica Altri Articoli