Relatore MANCUSO Luigi F.

/Tag: Relatore MANCUSO Luigi F.

In tema di misure cautelari personali, allorche’ sia denunciato, con ricorso per cassazione, vizio di motivazione del provvedimento emesso dal tribunale in sede di riesame o di appello cautelare in ordine alla consistenza dei gravi indizi di colpevolezza e alle esigenze cautelari

Corte di Cassazione, sezione prima penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21958. La massima estrapolata: Il controllo di legittimita' sulla motivazione delle ordinanze emesse a seguito di impugnazione di provvedimenti [...]

Risponde ad una precisa esigenza di chiarezza l’inserimento della specificazione “anche senza convivenza” in quest’ultima norma, che prevede l’aggravamento del reato di violenza sessuale di cui all’articolo 609-bis c.p. se vi e’ o vi e’ stata relazione affettiva fra l’agente e la persona offesa.

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 14 marzo 2018, n. 11604. Risponde ad una precisa esigenza di chiarezza l'inserimento della specificazione "anche senza convivenza" in quest'ultima norma, che prevede [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 16 novembre 2017, n. 52465. E’ valida la notifica all’imputato del decreto di citazione a giudizio, effettuata mediante consegna ad impiegato dello studio legale presso il quale lo stesso ha eletto domicilio, a nulla rilevando che la consegna non sia avvenuta a mani del difensore ma di suo collaboratore

E' valida la notifica all’imputato del decreto di citazione a giudizio, effettuata mediante consegna ad impiegato dello studio legale presso il quale lo stesso ha eletto domicilio, a nulla rilevando [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 11 ottobre 2017, n. 46567. I presupposti essenziali della scriminante della legittima difesa

I presupposti essenziali della scriminante della legittima difesa sono costituiti da un’aggressione ingiusta e da una reazione legittima: mentre la prima deve concretarsi nel pericolo attuale di un’offesa che, se [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 4 settembre 2017, n. 39894. Diritto di difesa. La disposizione di cui all’articolo 656 c.p.p., comma 5, non fornisce un criterio per la nomina di un difensore di ufficio cui notificare l’ordine di esecuzione

Diritto di difesa. La disposizione di cui all'articolo 656 c.p.p., comma 5, non fornisce un criterio per la nomina di un difensore di ufficio cui notificare l'ordine di esecuzione in caso [...]