PRESIDENTE Francesco Bonito

/Tag: PRESIDENTE Francesco Bonito

Rinvio alla Consulta dell’articolo 47 ter comma 1 ter dell’ordinamento penitenziario per la parte in cui non prevede l’applicazione della pena detenzione domiciliare anche nel caso di grave infermità psichica sopraggiunta durante l’esecuzione della pena.

Corte di Cassazione, sezione prima penale, ordinanza 22 marzo 2018, n. 13382. Rinvio alla Consulta dell'articolo 47 ter comma 1 ter dell'ordinamento penitenziario per la parte in cui non prevede [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 22 febbraio 2018, n. 8633. L’imputabilita’, quale capacita’ di intendere e di volere, e la colpevolezza, quale coscienza e volonta’ del fatto illecito, esprimono concetti diversi ed operano anche su piani diversi

L'imputabilita', quale capacita' di intendere e di volere, e la colpevolezza, quale coscienza e volonta' del fatto illecito, esprimono concetti diversi ed operano anche su piani diversi, sebbene la prima, [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 16 gennaio 2018, n. 1762. La confessione e’ si’ soggetta come tutte le prove orali alla verifica dell’attendibilita’

La confessione e' si' soggetta come tutte le prove orali alla verifica dell'attendibilita', ma da cio' non consegue la necessita' dell'acquisizione di altri elementi quale riscontri "individualizzanti", non trovando applicazione [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 21 novembre 2017, n. 52979. Il diritto di impugnazione personale dell’imputato costituisce un’espressione di autodifesa

Il diritto di impugnazione personale dell'imputato costituisce un'espressione di autodifesa riconosciuta alla persona condannata, o in espiazione di pena: si tratta di una legittimazione di natura eccezionale che non può [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 24 novembre 2017, n. 53426. La detenzione domiciliare “speciale” di cui possono beneficiare le condannate madri di prole di età inferiore a dieci anni

La detenzione domiciliare “speciale” di cui possono beneficiare le condannate madri di prole di età inferiore a dieci anni (art. 47-quinquies, dell’ordinamento penitenziario) ha il fine preminente di tutelare il [...]

Corte di Cassazione, sezione prima penale, sentenza 23 novembre 2017, n. 53323. Ai fini del riconoscimento del vizio totale o parziale di mente: i c.d. “disturbi della personalità”

Ai fini del riconoscimento del vizio totale o parziale di mente, anche i "disturbi della personalità", che non sempre sono inquadrabili nel ristretto novero delle malattie mentali, possono rientrare nel [...]

Carica Altri Articoli