Corte di Cassazione, sezione prima civile, sentenza 28 settembre 2017, n. 22691. Concordato preventivo e diniego dell’omologa

11

L’irragionevole dilatazione dei piani di pagamento, e la relazione del professionista inadeguata sono due elementi a supportare il diniego al rilascio dell’omologa nel concordato preventivo

 

Sentenza 28 settembre 2017, n. 22691
Data udienza 5 luglio 2017

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DIDONE Antonio – Presidente

Dott. CRISTIANO Magda – Consigliere

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Consigliere

Dott. FERRO Massimo – Consigliere

Dott. TERRUSI Francesco – rel. Consigliere

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA
sul ricorso 9766/2014 proposto da:
(OMISSIS) S.r.l., in persona del legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in (OMISSIS), presso lo studio dell’avvocato (OMISSIS), rappresentata e difesa dagli avvocati (OMISSIS), giusta procura in calce al ricorso;
– ricorrente –
contro
(OMISSIS) S.r.l., in persona del legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in (OMISSIS), presso lo studio dell’avvocato (OMISSIS), rappresentata e difesa dall’avvocato (OMISSIS), giusta procura in calce alla comparsa di costituzione di nuovo difensore;
– controricorrente –
e contro
Fallimento (OMISSIS) S.r.l., in persona del Curatore avv. (OMISSIS), elettivamente domiciliato in (OMISSIS), presso lo studio dell’avvocato (OMISSIS), rappresentato e difeso dall’avvocato (OMISSIS), giusta procura in calce al controricorso;
– controricorrente –
e contro
Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catania, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa;
– intimati –
avverso la sentenza n. 338/2014 della CORTE D’APPELLO di CATANIA, depositata il 10/03/2014;
udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 05/07/2017 dal cons. FRANCESCO TERRUSI;
udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale SOLDI ANNA MARIA, che ha concluso per il rigetto del ricorso;
uditi, per la ricorrente (OMISSIS), gli Avvocati (OMISSIS) che hanno chiesto l’accoglimento del ricorso e cassazione memoria ex articolo 378;
udito, per la contro ricorrente Clinica, l’Avvocato (OMISSIS), con delega orale, che ha chiesto l’accoglimento del proprio ricorso;
udito, per il controricorrente Fallimento, l’Avvocato (OMISSIS) che ha chiesto l’accoglimento del proprio ricorso.
FATTI DI CAUSA
Il tribunale di Siracusa negava l’omologazione del concordato preventivo di (OMISSIS) s.r.l., esercente attivita’ sanitaria, e, su richiesta del pubblico ministero, ne dichiarava il fallimento. A fronte dell’insolvenza della societa’, il tribunale osservava che la causa concreta del concordato era irrealizzabile per l’intrinseca contraddittorieta’ delle prospettive ipotizzate, due delle quali imperniate sulla prosecuzione di attivita’ d’impresa ma inficiate dall’imminente scadenza del contratto di affitto dell’azienda, con consequenziale indisponibilita’ dell’immobile ospitante la struttura sanitaria, la terza fondata sulla liquidazione di asset ma compromessa dall’inalienabilita’ delle prestazioni medico-sanitarie accreditate presso il s.s.n. Nel senso dell’irrealizzabilita’ della causa deponevano poi l’esorbitante durata del piano, con l’incongrua dilatazione dei tempi di soddisfazione dei creditori, e la lacunosita’ dell’analisi dell’attestatore, rinviato a giudizio per il reato di cui all’articolo 481 c.p., assieme al legale rappresentante della societa’ per il delitto di cui alla L. Fall., articolo 236-bis.
Il reclamo della fallita veniva rigettato dalla corte d’appello di Catania con sentenza in data 10-3-2014 e avverso la sentenza e’ stato proposto ricorso per cassazione sorretto da otto motivi.
Si sono costituiti con controricorso la curatela del fallimento e la societa’ creditrice (OMISSIS) s.r.l., proprietaria dell’azienda sanitaria concessa in affitto alla fallita.
Le parti hanno infine depositato memorie.

RAGIONI DELLA DECISIONE

[……..segue pag. successiva]