Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 13 febbraio 2013 n. 3548. Estendibilità della successione (in favore del convivente) ex articolo 6, primo comma, della legge n. 392 del 1978 anche qualora l’evento morte riguardi un soggetto che sia in precedenza subentrato ai sensi della stessa norma nella posizione di conduttore al conduttore originario

17

www.studiodisa.it

 

Il testo integrale

www.studiodisa.it 

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 13 febbraio 2013 n. 3548[1]

L’articolo 6, primo comma, della legge n. 392 del 1978 trova applicazione anche qualora l’evento morte riguardi un soggetto che sia in precedenza subentrato ai sensi della stessa norma nella posizione di conduttore al conduttore originario, dovendosi escludere che la norma possa operare solo con riguardo alla successione nella posizione di quest’ultimo


[1] Testo scaricabile e consultabile dal portale giuridico del Sole24Ore – Guida al Diritto
http://www.diritto24.ilsole24ore.com/guidaAlDiritto/civile/civile/sentenzeDelGiorno/2013/02/decesso-del-titolare-si-al-subentro-del-convivente-nel-fitto-dellente.html

 Archivio sentenze ordinanze

 sentenze-ordinanze/cassazione-civile-2011/

   sentenze-ordinanze/cassazione-civile-2012/ 

 sentenze-ordinanze/cassazione-civile-2013/

 

     Studio legale D’Isa

@AvvRenatoDIsa

     renatodisa.com

1 commento

  1. è giusto che sia così, era ora che la Corte di Cassazione in questo caso fosse così chiara e limpida, anche le persone conviventi ma non sposate hanno dei diritti come tutti gli altri, speriamo in futuro anche per i testamenti per il lascito dei beni ai conviventi.