Categoria: Corte Costituzionale

Corte Costituzionale, sentenza n. 51 del 10 marzo 2016. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 7, comma 1, lettera b), numero 2), del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133 (Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive), convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 11 novembre 2014, n. 164, limitatamente alle parole «e dalle province autonome».

Sentenza 51/2016 Giudizio Presidente CARTABIA – Redattore de PRETIS Udienza Pubblica del 23/02/2016    Decisione  del 23/02/2016 Deposito del 10/03/2016   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 7, c. 1°, lett. b), n. 2), del […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 43 del 3 marzo 2016. 1) Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 15, comma 1, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 (Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale), convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 23 giugno 2014, n. 89, nella parte in cui si applica alle Regioni; 2) dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 14, commi 1 e 2, del d.l. n. 66 del 2014, nella parte in cui si applica «a decorrere dall’anno 2014», anziché «negli anni 2014, 2015 e 2016»;

    Sentenza 43/2016 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore LATTANZI Udienza Pubblica del 09/02/2016    Decisione  del 10/02/2016 Deposito del 03/03/2016   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Artt. 14, c. 1°, 2° e 4° ter, […]

Corte Costituzionale. sentenza n. 44 del 3 marzo 2016. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 4, comma 1, del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546 (Disposizioni sul processo tributario in attuazione della delega al Governo contenuta nell’art. 30 della legge 30 dicembre 1991, n. 413), nel testo vigente anteriormente alla sua sostituzione ad opera dell’art. 9, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 24 settembre 2015, n. 156 (Misure per la revisione della disciplina degli interpelli e del contenzioso tributario, in attuazione degli articoli 6, comma 6, e 10, comma 1, lettere a e b, della legge 11 marzo 2014, n. 23), nella parte in cui prevede che per le controversie proposte nei confronti dei concessionari del servizio di riscossione è competente la commissione tributaria provinciale nella cui circoscrizione i concessionari stessi hanno sede, anziché quella nella cui circoscrizione ha sede l’ente locale concedente

  Sentenza 44/2016 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore CORAGGIO Camera di Consiglio del 10/02/2016    Decisione  del 10/02/2016 Deposito del 03/03/2016   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 4 del decreto legislativo 31/12/1992, n. 546. […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 36 del 19 febbraio 2016. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 2, comma 2-bis, della legge 24 marzo 2001, n. 89 (Previsione di equa riparazione in caso di violazione del termine ragionevole del processo e modifica dell’articolo 375 del codice di procedura civile), nella parte in cui si applica alla durata del processo di primo grado previsto dalla legge n. 89 del 2001

Sentenza 36/2016 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore LATTANZI Camera di Consiglio del 13/01/2016    Decisione  del 13/01/2016 Deposito del 19/02/2016   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 2, c. 2° bis e 2° ter, della […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 260 dell’11 dicembre 2015. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 40, comma 1-bis, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69 (Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia), convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 9 agosto 2013, n. 98, nella parte in cui prevede che l’art. 3, comma 6, primo periodo, del decreto-legge 30 aprile 2010, n. 64, convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 29 giugno 2010, n. 100, si interpreta nel senso che alle fondazioni lirico-sinfoniche, fin dalla loro trasformazione in soggetti di diritto privato, non si applicano le disposizioni di legge che prevedono la stabilizzazione del rapporto di lavoro come conseguenza della violazione delle norme in materia di stipulazione di contratti di lavoro subordinato a termine

Sentenza  260/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore SCIARRA Camera di Consiglio del 10/06/2015    Decisione  del 01/12/2015 Deposito del 11/12/2015   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 40, c. 1° bis, del decreto legge […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 262 dell’11 dicembre 2015. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 2941, numero 7), del codice civile, nella parte in cui non prevede che la prescrizione sia sospesa tra la società in nome collettivo e i suoi amministratori, finché sono in carica, per le azioni di responsabilità contro di essi.

Sentenza  262/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore SCIARRA Camera di Consiglio del 02/12/2015    Decisione  del 02/12/2015 Deposito del 11/12/2015   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 2941, n. 7), del codice civile. Massime: […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 236 del 19 novembre 2015. Dichiarata non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 11, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235 (Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi, a norma dell’articolo 1, comma 63, della legge 6 novembre 2012, n. 190), in relazione all’art. 10, comma 1, lettera c), del medesimo decreto legislativo, sollevata, in riferimento agli artt. 2, 4, secondo comma, 51, primo comma, e 97, secondo comma, della Costituzione, dal Tribunale amministrativo regionale per la Campania con l’ordinanza indicata in epigrafe

  Sentenza  236/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore de PRETIS Udienza Pubblica del 20/10/2015    Decisione  del 20/10/2015 Deposito del 19/11/2015   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 11, c. 1°, lett. a), del […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 230 dell’11 novembre 2015. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 80, comma 19, della legge 23 dicembre 2000, n. 388 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – legge finanziaria 2001), nella parte in cui subordina al requisito della titolarità della carta di soggiorno la concessione agli stranieri legalmente soggiornanti nel territorio dello Stato della pensione di invalidità civile per sordi e della indennità di comunicazione

Sentenza  230/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore GROSSI Camera di Consiglio del 07/10/2015    Decisione  del 07/10/2015 Deposito del 11/11/2015   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 80, c. 19°, della legge 23/12/2000, n. […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 229 dell’11 novembre 2015. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 13, commi 3, lettera b), e 4 della legge 19 febbraio 2004, n. 40 (Norme in materia di procreazione medicalmente assistita), nella parte in cui contempla come ipotesi di reato la condotta di selezione degli embrioni anche nei casi in cui questa sia esclusivamente finalizzata ad evitare l’impianto nell’utero della donna di embrioni affetti da malattie genetiche trasmissibili rispondenti ai criteri di gravità di cui all’art. 6, comma 1, lettera b), della legge 22 maggio 1978, n. 194 (Norme per la tutela della maternità e sulla interruzione della gravidanza) e accertate da apposite strutture pubbliche

Sentenza  229/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore MORELLI Udienza Pubblica del 06/10/2015    Decisione  del 21/10/2015 Deposito del 11/11/2015   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 13, c. 3°, lett. b), e 4°, e […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 216 del 5 novembre 2015. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 26 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici), convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214

Sentenza  216/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore de PRETIS Camera di Consiglio del 07/10/2015    Decisione  del 07/10/2015 Deposito del 05/11/2015   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 26 del decreto legge 06/12/2011, n. […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 205 depositata il 22 ottobre 2015. Dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 72 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151 (Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell’articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53), nella versione antecedente alle novità introdotte dall’art. 20 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 80 (Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell’articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre 2014, n. 183), nella parte in cui, per il caso di adozione nazionale, prevede che l’indennità di maternità spetti alla madre libera professionista solo se il bambino non abbia superato i sei anni di età

Sentenza 205/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore SCIARRA Udienza Pubblica del 06/10/2015 Decisione del 07/10/2015 Deposito del 22/10/2015 Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 72 del decreto legislativo 26/03/2001, n. 151. […]

Corte Costituzionale, sentenza n. 198 del 2015. Dichiarata non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 186, comma 9-bis, quarto periodo, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), sollevata, in riferimento all’art. 3 della Costituzione, dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale ordinario di Rovereto, con l’ordinanza indicata in epigrafe

Sentenza  198/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO – Redattore ZANON Camera di Consiglio del 23/09/2015    Decisione  del 23/09/2015 Deposito del 09/10/2015   Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Art. 186, c. 9° bis, quarto periodo, del […]