responsabilita’  ex art. 96 c.p.c.

/Tag: responsabilita'  ex art. 96 c.p.c.

Ai fini della condanna ex articolo 96 c.p.c., comma 3, puo’ costituire abuso del diritto all’impugnazione la proposizione di un ricorso per cassazione basato su motivi manifestamente infondati o incoerenti con il contenuto della sentenza impugnata

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 7 giugno 2018, n. 14751. La massima estrapolata: Ai fini della condanna ex articolo 96 c.p.c., comma 3, puo' costituire abuso del diritto [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 21 febbraio 2018, n. 4136. La norma di cui all’art. 96, comma 3 c.p.c. si pone come presidio dell’abuso dei diritti processuali, introducendo nell’ordinamento una sanzione la cui natura non è intrinsecamente difforme dal danno punitivo

La norma di cui all’art. 96, comma 3 c.p.c. si pone come presidio dell'abuso dei diritti processuali, introducendo nell’ordinamento una sanzione la cui natura non è intrinsecamente difforme dal danno [...]

Corte di Cassazione, sezione terza civile, ordinanza 9 novembre 2017, n. 26515. Ai fini della configurabilità della responsabilità processuale aggravata prevista dall’art. 96 c.p.c., comma 2

Ai fini della configurabilità della responsabilità processuale aggravata prevista dall’art. 96 c.p.c., comma 2 è necessario che siano accertate sia l’infondatezza della pretesa fatta valere in giudizio, sia la violazione del [...]

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, ordinanza 28 settembre 2017, n. 22710. Infrazioni al Codice della Strada ed ingiunzione di pagamento tramite società concessionaria

La società concessionaria è autorizzata ad utilizzare l'ingiunzione di pagamento per le violazioni al codice della strada. Ordinanza 28 settembre 2017, n. 22710 Data udienza 14 giugno 2017 REPUBBLICA ITALIANA [...]

Corte di Cassazione, sezione terza civile, ordinanza 26 settembre 2017, n. 22333. Il diritto di prelazione del conduttore di immobile destinato a uso diverso da quello abitativo

Il diritto di prelazione del conduttore di immobile destinato a uso diverso da quello abitativo non e' escluso dal fatto che il bene locato, appartenente a piu' persone, venga venduto [...]

Corte di Cassazione, sezione III civile, sentenza 28 febbraio 2017, n. 5044

Il fatto che sussista una tutela specifica per la lite temeraria ovviamente non ha alcuna pertinenza con l'ipotesi in cui vi sia una condotta persecutoria che si sia concretizzata proprio [...]

Corte di Cassazione, sezione VI civile, ordinanza 16 novembre 2016, n. 23367

L'art. 96, comma 2, c.p.c. riguarda ipotesi tipiche (ipoteca giudiziale), alle quali non è riconducibile l’ipoteca ex art. 77, d.P.R. n. 602/1973 sugli immobili del debitore e dei coobbligati al [...]

Corte di Cassazione, sezione III civile, sentenza 21 luglio 2016, n. 15017

I presupposti della mala fede o della colpa grave pur sempre indispensabili per l'applicabilita' dell'articolo 96 c.p.c., comma 3, devono coinvolgere l'esercizio dell'azione processuale nel suo complesso, cosicche' possa considerarsi [...]

Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 27 agosto 2013, n.19583. La responsabilità aggravata ex art. 96 cod. proc. civ. integra una particolare forma di responsabilità processuale a carico della parte soccombente che abbia agito o resistito in giudizio con mala fede o colpa grave e si atteggia diversamente a seconda dei gradi del giudizio, atteso che, mentre in primo grado essa è volta a sanzionare il merito di un’iniziativa giudiziaria avventata, nel secondo grado, regolato dal principio devolutivo, essa deve specificamente riferirsi alla pretestuosità dell’impugnazione

La massima 1. La responsabilità aggravata ex art. 96 cod. proc. civ. integra una particolare forma di responsabilità processuale a carico della parte soccombente che abbia agito o resistito in [...]