costituzione di parte civile

/Tag: costituzione di parte civile

Corte di Cassazione, sezione IV, sentenza 11 aprile 2016, n. 14768. Il danno da perdita del rapporto parentale deve essere provato da chi ne chiede il risarcimento. Non è sufficiente, a questo fine, dichiarare l’esistenza di un vincolo familiare con il deceduto, bensì occorre dimostrare sia la sussistenza della relazione parentale, sia la sua intensità. Tali questioni attengono al merito della pretesa e condizionano la risarcibilità del danno lamentato

Suprema Corte di Cassazione sezione IV sentenza 11 aprile 2016, n. 14768 Ritenuto in fatto 1. La Corte di Appello di Venezia con sentenza in data 8 Maggio 2015 in [...]

Corte di Cassazione, S.U.P., sentenza 27 ottobre 2015, n. 43264. Nel procedimento davanti al giudice di pace, dopo l’esercizio dell’azione penale, la mancata comparizione in udienza della persona offesa, regolarmente citata o irreperibile, non è di per sé di ostacolo alla dichiarazione di improcedibilità dell’azione penale per la particolare tenuità del fatto in presenza dei presupposti di cui all’art. 34, comma 1, d.lgs. 28 agosto 2000, n. 274

Suprema Corte di Cassazione S.U.P. sentenza  27 ottobre 2015, n. 43264 Ritenuto in fatto 1. All'esito del dibattimento a carico di S.T. , tratto a giudizio per rispondere del reato [...]

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 18 giugno 2015, n. 12621. Nei casi cui il danneggiato non si sia costituito nel processo penale ma abbia fatto valere il suo diritto al risarcimento dei danni esclusivamente in sede civile, ai fini della prescrizione, il giudice deve avere riguardo al reato contestato e non a quello ritenuto in sentenza, ove vi sia stata derubricazione dell’originaria imputazione o siano state ritenute applicabili circostanze attenuanti.

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III SENTENZA 18 giugno 2015, n. 12621 Ritenuto in fatto Il (omissis) Ci.Ma. è deceduto a seguito di una scarica elettrica, mentre si trovava al [...]

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 9 aprile 2015, n. 7119. Le offese della parte civile rivolte all’imputato nel processo penale non danno diritto al soggetto, poi, assolto di ottenere un risarcimento per la lesione dell’immagine a condizione che si tratti di offese concernenti l’oggetto della causa

Suprema Corte di Cassazione sezione III sentenza 9 aprile 2015, n. 7119 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA CIVILE Composta dagli Ill.mi [...]

Corte di Cassazione, sezione V, sentenza 25 marzo 2015, n. 12695. L’articolo 78 c.p.p., comma 1, lettera e), richiede, a pena di inammissibilita’, la sottoscrizione del difensore in calce all’atto di costituzione di parte civile e, a tal fine, deve ritenersi sufficiente anche la sottoscrizione apposta dal difensore in calce al mandato conferitogli dalla parte privata ai fini di detta costituzione

Suprema Corte di Cassazione sezione V sentenza 25 marzo 2015, n. 12695 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE QUINTA PENALE Composta dagli Ill.mi [...]