rapina

/Tag: rapina

In tema di rapina, quando la privazione della capacita’ di agire non abbia una durata limitata al tempo strettamente necessario alla consumazione del delitto

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 19 giugno 2018, n. 28160. La massima estrapolata: In tema di rapina, quando la privazione della capacita' di agire non abbia una durata [...]

E’ configurabile il tentativo di rapina impropria nel caso in cui l’agente, dopo aver compiuto atti idonei alla sottrazione della cosa altrui, non portati a compimento per cause indipendenti dalla propria volonta’, adoperi violenza o minaccia per assicurarsi l’impunita’.

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 13 giugno 2018, n. 26932. Le massime estrapolate: E’ configurabile il tentativo di rapina impropria nel caso in cui l'agente, dopo aver compiuto [...]

In tema di rapina, l’elemento psicologico specifico puo’ essere integrato anche dal cosiddetto dolo concomitante o sopravvenuto

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, Sentenza 4 giugno 2018, n. 24904. La massima estrapolata: In tema di rapina, l'elemento psicologico specifico puo' essere integrato anche dal cosiddetto dolo concomitante [...]

Integra il reato di rapina, la condotta dell’agente che, al fine di impossessarsi di quanto sottratto ovvero per conseguire l’impunità, impedisca alle persone offese di intervenire costringendole a fuggire

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, sentenza 8 maggio 2018, n.20121. Integra il reato di rapina, la condotta dell’agente che, al fine di impossessarsi di quanto sottratto ovvero per conseguire [...]

E’ configurabile il reato di rapina impropria nel caso in cui sussista un rapporto di immediatezza tra sottrazione della cosa e violenza utilizzata per assicurarsi l’impunita’.

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, sentenza 4 aprile 2018, n. 14960. E' configurabile il reato di rapina impropria nel caso in cui sussista un rapporto di immediatezza tra sottrazione [...]

Corte di Cassazione, sezione seconda penale, sentenza 1 febbraio 2018, n. 4712. Deve ritenersi sussistente la circostanza aggravante dell’uso delle armi solo quando la minaccia sia realizzata utilizzando un’arma giocattolo non riconoscibile come tale

Deve ritenersi sussistente la circostanza aggravante dell'uso delle armi, prevista per la rapina dall'art. 628 comma 3 n. 1, prima ipotesi, c.p., solo quando la minaccia sia realizzata utilizzando un'arma [...]

Carica Altri Articoli