Presidente Amendola Adelaide

/Tag:Presidente Amendola Adelaide

La nozione di negozio contrario al buon costume comprende (oltre ai negozi che infrangono le regole del pudore sessuale e della decenza) anche i negozi che urtano contro i principi e le esigenze etiche della coscienza collettiva, elevata a livello di morale sociale, in un determinato momento ed ambiente, e per altro verso che sono irripetibili, ai sensi dell’articolo 2035 c.c.

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 3 aprile 2018, n. 8169. La nozione di negozio contrario al buon costume comprende (oltre ai negozi che infrangono le regole del pudore [...]

In caso di infezione contratta da emotrasfusione la struttura ospedaliera può ritenere di aver adempiuto la propria obbligazione quando….

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 29 marzo 2018, n. 7884. In caso di infezione contratta da emotrasfusione la struttura ospedaliera può ritenere di aver adempiuto la propria obbligazione [...]

In tema di responsabilita’ contrattuale della struttura sanitaria, incombe sul paziente che agisce per il risarcimento del danno l’onere di provare il nesso di causalita’ tra l’aggravamento della patologia (o l’insorgenza di una nuova malattia) e l’azione o l’omissione dei sanitari

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 21 marzo 2018, n. 7044. In tema di responsabilita' contrattuale della struttura sanitaria, incombe sul paziente che agisce per il risarcimento del danno [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 5 marzo 2018, n. 5099. L’unitarietà del rapporto di credito opera sul piano sostanziale, ma non anche su quello processuale proprio dell’art. 481 c.p.c., sicchè ciascuno dei destinatari del precetto, decorso il termine di perenzione, deve poter beneficiare di quest’ultimo

L'unitarietà del rapporto di credito opera sul piano sostanziale, ma non anche su quello processuale proprio dell'art. 481 c.p.c., sicchè ciascuno dei destinatari del precetto, decorso il termine di perenzione, [...]

Corte di Cassazione, sezione terza civile, ordinanza 1 marzo 2018, n. 4908. Il proprietario d’un immobile concesso in locazione non risponde dei danni provocati dal conduttore in conseguenza di immissioni sonore intollerabili, a meno che…

Il proprietario d'un immobile concesso in locazione non risponde dei danni provocati dal conduttore in conseguenza di immissioni sonore intollerabili, a meno che non si accerti in concreto che, al [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 21 febbraio 2018, n. 4138. Con riferimento alla responsabilità civile derivante dalla circolazione di veicoli

Con riferimento alla responsabilità civile derivante dalla circolazione di veicoli, che l'obbligazione dell'assicuratore nei confronti della vittima di un sinistro stradale ha natura di debito di valuta e, nei limiti [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 21 febbraio 2018, n. 4136. La norma di cui all’art. 96, comma 3 c.p.c. si pone come presidio dell’abuso dei diritti processuali, introducendo nell’ordinamento una sanzione la cui natura non è intrinsecamente difforme dal danno punitivo

La norma di cui all’art. 96, comma 3 c.p.c. si pone come presidio dell'abuso dei diritti processuali, introducendo nell’ordinamento una sanzione la cui natura non è intrinsecamente difforme dal danno [...]

Corte di Cassazione, sezione terza civile, ordinanza 12 febbraio 2018, n. 3306. Va dichiarata la litispendenza anche se in una delle due cause in cui si chiede il risarcimento del danno sono presenti altre parti

Va dichiarata la litispendenza anche se in una delle due cause in cui si chiede il risarcimento del danno sono presenti altre parti Ordinanza 12 febbraio 2018, n. 3306 Data [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 8 febbraio 2018, n. 3115. L’appellante che intenda dolersi di una erronea ricostruzione dei fatti da parte del giudice di primo grado puo’ limitarsi a chiedere al giudice d’appello di valutare ex novo le prove gia’ raccolte

L'appellante che intenda dolersi di una erronea ricostruzione dei fatti da parte del giudice di primo grado puo' limitarsi a chiedere al giudice d'appello di valutare ex novo le prove [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 15 febbraio 2018, n. 3767. L’uccisione di una persona fa presumere da sola, ex articolo 2727 c.c., una conseguente sofferenza morale in capo ai genitori, al coniuge, ai figli od ai fratelli della vittima

L'uccisione di una persona fa presumere da sola, ex articolo 2727 c.c., una conseguente sofferenza morale in capo ai genitori, al coniuge, ai figli od ai fratelli della vittima, a [...]

Carica Altri Articoli