mutuo

/Tag:mutuo

Il mutuo è di scopo quando i due negozi sono finalizzati al perseguimento di un fine comune. Posto che il contratto di finanziamento è distinto e separato dal contratto d’acquisto di merce, l’istituto di credito che eroga il finanziamento è totalmente estraneo alle vicende negoziali che scaturiscono dalla compravendita, fatta eccezione per il mutuo di scopo

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, sentenza 9 maggio 2018, n.11147. Il mutuo è di scopo quando i due negozi sono finalizzati al perseguimento di un fine comune. Posto che [...]

Il pagamento fatto al rappresentante apparente, al pari di quello fatto al creditore apparente, libera invece il debitore di buona fede, ai sensi dell’articolo 1189 cod. civ.

Corte di Cassazione, sezione prima civile, ordinanza 19 aprile 2018, n. 9758. Il debitore, ex articolo 1189 c.c., e' liberato anche se esegue il pagamento a chi appare legittimato a [...]

Corte di Cassazione, sezione terza civile, sentenza 6 marzo 2018, n. 5160. Anche i costi assicurativi entrano nel calcolo del valore soglia

Anche i costi assicurativi entrano nel calcolo del valore soglia. Sentenza 6 marzo 2018, n. 5160 Data udienza 1 dicembre 2017 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE [...]

Corte di Cassazione, sezione prima civile, sentenza 30 novembre 2017, n. 28823. Non paga i danni alla banca il notaio che non controlla, al momento del rogito, l’identità del cliente che ha ricevuto un mutuo

Non paga i danni alla banca il notaio che non controlla, al momento del rogito, l’identità del cliente che ha ricevuto un mutuo, se questo gli è stato presentato da [...]

Corte di Cassazione, sezione prima civile, ordinanza 27 ottobre 2017, n. 25632. Il momento perfezionativo del negozio di mutuo, contratto reale ad efficacia obbligatoria, coincide, di regola, con la cd. “traditio”

Il momento perfezionativo del negozio di mutuo, contratto reale ad efficacia obbligatoria, coincide, di regola, con la cd. "traditio" - con la consegna, cioe', del denaro, o di altra cosa [...]

Corte di Cassazione, sezioni unite civili, sentenza 19 ottobre 2017, n. 24675. Quando il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell’usura come determinata in base alle disposizioni della L. n. 108 del 1996

Allorche' il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell'usura come determinata in base alle disposizioni della L. n. 108 [...]

Carica Altri Articoli