Corte di Cassazione, sezione IV, sentenza 11 febbraio 2013 n. 6755. In caso di sinistro stradale non è previsto il consenso dell’interessato al prelievo del sangue in ospedale ai fini della verifica del tasso alcolemico, è sufficiente la mancanza di un dissenso espresso

4

www.studiodisa.it

 

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione IV, sentenza 11 febbraio 2013 n. 6755[1]

Se basta il dissenso espresso dell’interessato, gli organi di Pg possono richiedere ai sanitari l’effettuazione del prelievo ematico e, quindi, dell’accertamento del tasso alcolemico, ancorché gli stessi non abbiano ritenuto necessario di sottoporre l‘interessato a cure mediche, deducendo il consenso di quest’ultimo, ovviamente previa informazione al medesimo delle finalità per cui è effettuato il prelievo ematico, anche da un atteggiamento positivo, sebbene verbalmente non espresso; altrimenti, se si richiede il consenso dell’interessato è ovvio che esso debba essere espresso, cioè non ricavabile dai suoi atteggiamenti


[1] Testo scaricabile e consultabile dal portale giuridico del Sole24Ore – Guida al Diritto
http://www.diritto24.ilsole24ore.com/guidaAlDiritto/penale/sentenzeDelGiorno/2013/02/incidente-possibile-il-prelievo-ematico-in-ospedale-se-il-dissenso-non-e-espresso.html

 Archivio sentenze ordinanze

 sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2011/

   sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2012/

  sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2013/

 

     Studio legale D’Isa

@AvvRenatoDIsa

     renatodisa.com