Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 20 febbraio 2013 n. 8058. La fattispecie prevista dall’articolo 60 del Dpr 309/1990 (divergenza tra la morfina in giacenza e quella registrata)

1

www.studiodisa.it

 

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 20 febbraio 2013 n. 8058[1]

Nel caso di specie, considerata anche la divergenza assolutamente minima tra la morfina in giacenza e quella registrata (appena una fiala), il giudice di merito avrebbe dovuto dare conto della omessa registrazione oltre il termine di tolleranza concesso dalla normativa, accertando quindi la data dell’ultima movimentazione, non potendosi escludere che l’aggiunta dell’unica fiala rispetto al quantitativo riportato nell’apposito registro possa essere avvenuta proprio il giorno dell’ispezione dei Carabinieri Nas comunque entro le 24 ore precedenti al controllo

 


[1] Testo scaricabile e consultabile dal portale giuridico del Sole24Ore – Guida al Diritto
http://www.diritto24.ilsole24ore.com/guidaAlDiritto/penale/sentenzeDelGiorno/2013/02/dirigente-medico-morfina-24-ore-di-tolleranza-per-lerrore-di-contabilizzazione-.html

 Archivio sentenze ordinanze

 sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2011/

   sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2012/

  sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2013/

 

     Studio legale D’Isa

@AvvRenatoDIsa

     renatodisa.com