Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 24 agosto 2012 n. 14633. Anche se il vialetto condominiale di accesso ai garage permetterebbe oltre al transito anche la sosta dei veicoli, è sufficiente che la sosta delle autovetture renda meno agevole la manovra degli altri condomini per decretarne il divieto

25

Corte di cassazione – Sezione II civile – Sentenza 24 agosto 2012 n. 14633. Anche se il vialetto condominiale di accesso ai garage permetterebbe oltre al transito anche la sosta dei veicoli, è sufficiente che la sosta delle autovetture renda meno agevole la manovra degli altri condomini per decretarne il divieto

Il testo integrale

www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 24 agosto 2012 n. 14633[1]

Il parcheggio abituale sullo stradello priva gli altri condomini della possibilità di utilizzare pienamente tale spazio comune, rendendo meno agevoli le manovre di entrata e di uscita dai garage, come accertato dal giudice di primo grado durante un sopralluogo da cui era emerso che per passare era indispensabile mettere le macchine a filo per evitare problemi nell’affiancamento delle autovetture.

Pertanto, una simile utilizzazione viene e limitare l’uso del bene comune secondo la sua destinazione naturale ed a compromettere il pari diritto di godimento degli altri condomini.

Sorrento 27 agosto 2012.

Avv. Renato D’Isa

1 commento

  1. io sono proprietario di due monolocali e di un appartamento . non anno ancora assegnato
    i parcheggi,ho diritto a tre parcheggi? i parcheggi ci sono per tutte le unità immobiliari.