Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 19 novembre 2012 n. 20235. Il rifiuto dell’esame del Dna è sufficiente il riconoscimento di paternità

1

 

 

 

Il testo integrale

 

Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 19 novembre 2012 n. 20235[1]