Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza n. 3176 del 25 gennaio 2012. Non configura il reato di corruzione l’offerta di 5 euro a due agenti al fine di consentire l’omissione del sequestro amministrativo del ciclomotore

1


Corte di Cassazione – Sezione VI penale – Sentenza 25 gennaio 2012 n. 3176. Non configura il reato di corruzione l’offerta di 5 euro a due agenti al fine di consentire l’omissione del sequestro amministrativo del ciclomotore

Il testo integrale

Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza n. 3176 del 25 gennaio 2012

Secondo la S.C. l’offerta di 5 euro a due agenti al fine di consentire l’omissione del sequestro amministrativo del ciclomotore è talmente “irrisoria” da poter tutto al più integrare il reato di oltraggio a pubblico ufficiale.
La serietà dell’offerta e quindi la sua potenzialità corruttiva va necessariamente correlata alla controprestazione richiesta, alle condizioni dell’offerente e del soggetto pubblico, nonché alle circostanze di tempo e di luogo in cui l’episodio si colloca.
Inoltre si continua leggere, l’esibizione della somma in denaro per la sua palese irrisorietà può semmai configurare il reato di oltraggio, per l’implicita offesa all’onore ed al prestigio del pubblico ufficiale destinatario dell’azione.

Sorrento 26 gennaio 2012.

Avv. Renato D’Isa