Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 3 aprile 2013 n. 15334. Integra il reato di violenza sessuale la condotta di chi prosegua un rapporto sessuale quando il consenso della vittima, originariamente prestato, venga poi meno a causa di un ripensamento o della non condivisione della modalità di consumazione del rapporto

1

maltrattamenti-violenza

Il testo integrale

www.studiodisa.it 

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 3 aprile 2013 n. 15334[1]


[1] Testo scaricabile e consultabile dal portale giuridico del Sole24Ore – Guida al Diritto
http://www.diritto24.ilsole24ore.com/guidaAlDiritto/penale/sentenzeDelGiorno/2013/04/-stupro-se-la-vittima-dice-si-e-poi-ci-ripensa.html

 Archivio sentenze ordinanze

 sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2011/

 sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2012/

 sentenze-ordinanze/cassazione-penale-2013/

 

Studio legale D’Isa

@AvvRenatoDIsa

 renatodisa.com