Consiglio di Stato, sezione terza, sentenza 1 dicembre 2017, n. 5632. È legittima l’ordinanza del Comune che ha ordinato al proprietario di un’area lo sgombero di gomme in disuso per veicoli

5

È legittima l’ordinanza del Comune che ha ordinato al proprietario di un’area lo sgombero di gomme in disuso per veicoli, anche se l’accumulo di tali pneumatici era avvenuto ad opera di un comodatario poi deceduto. La sentenza ha dichiarato che il proprietario aveva il dovere di non restare inerte davanti ad una situazione di degrado ambientale

Sentenza 1 dicembre 2017, n. 5632
Data udienza 21 novembre 2017

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Consiglio di Stato
in sede giurisdizionale
Sezione Terza
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 8330 del 2010, proposto dalla signora Es. Ro., rappresentata e difesa dagli avvocati Se. Va. e St. As., con domicilio eletto presso lo studio dell’avvocato Se. Va. in Roma, via (…);
contro
Il Comune di (omissis), in persona del Sindaco p.t., rappresentato e difeso dagli avvocati Fr. Ba. e Ma. Sa., con domicilio eletto presso lo studio dell’avvocato Fr. Ba. in Roma, viale (…);
nei confronti di
Il Ministero della Salute, in persona del Ministro p.t., rappresentato e difeso per legge dall’Avvocatura Generale dello Stato, presso cui uffici è domiciliato in Roma, via dei Portoghesi, n. 12;
per la riforma
della sentenza del T.a.r. Emilia-Romagna, Parma, sezione I, n. 100/2010, resa tra le parti e concernente la rimozione e lo smaltimento di pneumatici da un’area cortilizia.
Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio del Comune di (omissis) e del Ministero della Salute;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 21 novembre 2017 il Cons. Giovanni Pescatore e uditi per le parti l’avvocato Se. Va., l’avvocato Fr. Co. su delega dell’avvocato Ma. Sa. e l’avvocato dello Stato At. Ba.;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

[…segue pagina successiva]