Avvocato Renato D’Isa – Ad Poenitendum Properat Cito Qui Iudicat 2018-05-09T13:01:56+00:00

Ultimi articoli pubblicati

Il socio non può agire ai sensi dell’art. 2033 cod. civ. per ottenere la restituzione della somma corrisposta all’amministratore a titolo di corrispettivo per l’ingresso nella compagine sociale a non versata nelle casse sociali

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 10 maggio 2018, n. 11264. La massima estrapolata: Il socio non può agire ai sensi dell’art. 2033 cod. civ. per ottenere la restituzione [...]

In tema di condominio degli edifici l’applicabilita’ delle norme sulle distanze legali trova un limite per la ipotesi di opere eseguite in epoca anteriore alla costituzione del condominio

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Sentenza 10 maggio 2018, n. 11287. Le massime estrapolate: In tema di condominio degli edifici l'applicabilita' delle norme sulle distanze legali trova un limite [...]

Nell’esercizio del potere di interpretazione e qualificazione della domanda, il giudice di merito non e’ condizionato dalla formulazione letterale adottata dalla parte

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Ordinanza 10 maggio 2018, n. 11304. Le massime estrapolate: Nell'esercizio del potere di interpretazione e qualificazione della domanda, il giudice di merito non e' [...]

In tema di rispetto delle distanze legali tra costruzioni, la sopraelevazione di un edificio preesistente

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, Ordinanza 10 maggio 2018, n. 11320 Le massime estrapolate: In tema di rispetto delle distanze legali tra costruzioni, la sopraelevazione di un edificio preesistente, [...]

Il successore a titolo particolare nel diritto controverso e la cessazione della materia del contendere

Corte di Cassazione, sezione terza civile, Ordinanza 11 maggio 2018, n. 11391. Le massime estrapolate: Il successore a titolo particolare nel diritto controverso, che abbia spiegato intervento volontario, assume nel [...]

Nel caso di rigetto della domanda ex art. 96 cod. proc. civ. non ha luogo una ipotesi di pluralità di domande effettivamente contrapposte idonea a determinare la soccombenza reciproca.

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, Ordinanza 15 maggio 2018, n. 11792. La massima estrapolata: Nel caso di rigetto della domanda ex art. 96 cod. proc. civ. proposta dagli appellati [...]

L’Amministrazione deve esporre sin dal preavviso i motivi che prospetta a base del futuro provvedimento, l’annullamento in autotutela conferma e articola più dettagliatamente, sotto il profilo dell’interesse pubblico, il contenuto dell’avviso di avvio del procedimento.

Consiglio di Stato, sezione quarta, Sentenza 24 maggio 2018, n. 3124. La massima estrapolata: Non sussiste in capo all'Amministrazione un onere di specifica controdeduzione in merito alle osservazioni presentate dal [...]

I vincoli apposti dal Comune in sede di piano regolatore generale ai fini della zonizzazione delle aree hanno natura conformativa e non espropriativa

Consiglio di Stato, sezione quarta, Sentenza 24 maggio 2018, n. 3116. La massima estrapolata: I vincoli apposti dal Comune in sede di piano regolatore generale ai fini della zonizzazione delle [...]

L’illegittimita’, per disparita’ di trattamento, del diniego della autorizzazione paesaggistica e’ configurabile solo in casi macroscopici

Consiglio di Stato, sezione quarta, Sentenza 24 maggio 2018, n. 3112. La massima estrapolata: L'illegittimita', per disparita' di trattamento, del diniego della autorizzazione paesaggistica e' configurabile solo in casi macroscopici [...]

Carica altri articoli

In tema di misure cautelari personali, allorche’ sia denunciato, con ricorso per cassazione, vizio di motivazione del provvedimento emesso dal tribunale in sede di riesame o di appello cautelare in ordine alla consistenza dei gravi indizi di colpevolezza e alle esigenze cautelari

Corte di Cassazione, sezione prima penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21958. La massima estrapolata: Il controllo di legittimita' sulla motivazione delle ordinanze emesse a seguito di impugnazione di provvedimenti [...]

In tema di arresto nella quasi flagranza del reato, il requisito della sorpresa dell’indiziato con cose o tracce del reato

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21942. La massima estrapolata: L'eccezionalita' dell'arresto in flagranza trova ragionevole giustificazione nella "constatazione (da parte di chi procede all'arresto) [...]

Il ricorso per cassazione proposto avverso il provvedimento di archiviazione nell’interesse della persona offesa dal reato, deve essere sottoscritto, a pena di inammissibilita’, da difensore iscritto nell’albo dei patrocinanti dinanzi alle giurisdizioni superiori

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21984. La massima estrapolata: Il ricorso per cassazione proposto avverso il provvedimento di archiviazione nell'interesse della persona offesa dal [...]

Nel caso di ricorso avverso il provvedimento applicativo di una misura cautelare custodiale nelle more revocata (o divenuta inefficace), l’interesse del ricorrente a coltivare l’impugnazione

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, Sentenza 17 maggio 2018, n. 21983. La massima estrapolata: Nel caso di ricorso avverso il provvedimento applicativo di una misura cautelare custodiale nelle more [...]

Carica altri articoli