Utilizzo della cosa comune anche per uso esclusivo purchè non si violi la destinazione comune e consenta un uso paritetico della cosa comune

/Tag:Utilizzo della cosa comune anche per uso esclusivo purchè non si violi la destinazione comune e consenta un uso paritetico della cosa comune

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 25 gennaio 2018, n. 1852. Al fine di accertare se l’uso esclusivo di un’area esterna al fabbricato sia attribuito ad uno o piu’ condomini

La situazione di condominio, regolata dagli articoli 1117 e seguenti c.c., si attua, invero, sin dal momento in cui si opera il frazionamento della proprieta' di un edificio, a seguito [...]

Corte di Cassazione, sezione seconda civile, sentenza 16 ottobre 2017, n. 24301. In ordine alla presunzione di comunione e la possibilita’ di attribuzione in “uso esclusivo”

L'articolo 1117 cod. civ., nell'indicare le parti comuni di un edificio in condominio, dispone che tale indicazione valga "se non risulta il contrario dal titolo". Ne deriva che, al momento [...]

Corte di Cassazione, sezione II civile, ordinanza 13 luglio 2017, n. 17400

Illegittima l'installazione di un condizionatore da parte di un condomino se è stato occupato il sessanta per cento dello spazio comune disponibile impendendo all'altro di farne pari uso Suprema Corte [...]