uso della cosa comune

/Tag:uso della cosa comune

Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 25 gennaio 2018, n. 1849. L’apertura di una porta in una parte comune per mettere in comunicazione con il vano scale un’unita’ immobiliare in proprieta’ esclusiva di un condomino, comunque compresa nel complesso condominiale, rientra pur sempre nell’ambito del concetto di uso (piu’ intenso) del bene comune, e non esige, per l’effetto, l’approvazione all’unanimita’ dei condomini, ne’ determina alcuna costituzione di servitu’

In tema di comunione, ciascun comproprietario ha diritto di trarre dal bene comune un'utilita' maggiore e piu' intensa di quella tratta eventualmente in concreto dagli altri comproprietari, purche' non ne [...]

Corte di Cassazione, sezione II civile, ordinanza 13 luglio 2017, n. 17400

Illegittima l'installazione di un condizionatore da parte di un condomino se è stato occupato il sessanta per cento dello spazio comune disponibile impendendo all'altro di farne pari uso Suprema Corte [...]

Corte di Cassazione, sezione VI civile, ordinanza 23 giugno 2017, n. 15705

L'uso della cosa comune da parte di ciascun condomino e' soggetto, ai sensi dell'articolo 1102 c.c., al duplice divieto di alterarne la normale ed originaria destinazione (per il cui mutamento [...]