sentenze emesse ex art. 281 sexies cod. proc. civ.

/Tag:sentenze emesse ex art. 281 sexies cod. proc. civ.

Corte di Cassazione, sezione II civile, sentenza 31 marzo 2017, n. 8509

Nel giudizio di gravame dinanzi alla corte d'appello non e' applicabile l'articolo 281-sexies c.p.c., che disciplina la decisione a seguito di trattazione orale nel procedimento davanti al tribunale in composizione [...]

Corte di Cassazione, sezione lavoro, sentenza 2 ottobre 2014, n. 20820. La sentenza pronunciata ai sensi dell’art. 281 sexies c.p.c. non è atto distinto dal verbale che la contiene, sicché la produzione del verbale è indispensabile per verificare se vi sia stata la lettura del dispositivo e della contestuale motivazione in udienza, elementi che, unitamente alla sottoscrizione del verbale contenente il provvedimento da parte del giudice, caratterizzano tale tipologia di sentenze. La norma è compatibile con il rito del lavoro, che proprio per la sua specialità non richiede la fissazione di un’udienza ad hoc per la precisazione delle conclusioni, né altre formalità prodromiche rispetto all’adozione di questo modello decisorio.

  Suprema Corte di Cassazione sezione lavoro sentenza 2 ottobre 2014, n. 20820 Svolgimento del processo e motivi della decisione 1.- Con sentenza resa ex art. 281 sexies c.p.c. in [...]

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 19 settembre 2014, n. 19743. Il termine breve d’impugnazione, previsto dall’art. 325 cod. proc. civ., decorre dalla notificazione della pronuncia anche per le sentenze emesse ex art. 281 sexies cod. proc. civ., non potendosi ritenere equipollente alla notificazione, in quanto atto ad istanza di parte, la lettura del dispositivo e della motivazione in udienza che, unitamente alla sottoscrizione del verbale contenente il provvedimento da parte del giudice, caratterizza tale tipologia di sentenze

Suprema Corte di Cassazione sezione III sentenza 19 settembre 2014, n. 19743 Svolgimento del processo F.A. ricorre per cassazione, formulando un unico articolato motivo, avverso la sentenza della Corte di [...]