Diritto Tributario

//Diritto Tributario

Corte di Cassazione, sezione tributaria, Ordinanza n. 3473 del 13 febbraio 2018. Spetta all’Amministrazione finanziaria dimostrare che il destinatario della fattura sapeva o avrebbe dovuto sapere che detta operazione si inseriva nel quadro di un’evasione dell’imposta sul valore aggiunto.

In punto di onere probatorio spettante all'amministrazione finanziaria la Corte europea ha più volte ribadito che spetta all'Amministrazione finanziaria dimostrare, alla luce di elementi oggettivi ed alla stregua dei principi sull'onere della prova [...]

Corte di Cassazione, sezione tributaria, ordinanza 30 gennaio 2018, n. 2257. Nelle s.p.a. ai sensi dell’articolo 2384 c.c. il potere di rappresentanza spetta agli amministratori le eventuali limitazioni, anche se pubblicate, non sono tendenzialmente – opponibili ai terzi

Nelle s.p.a. ai sensi dell'articolo 2384 c.c. il potere di rappresentanza spetta agli amministratori, a fortiori all'amministratore delegato, ha carattere generale e le eventuali limitazioni, anche se pubblicate, non sono [...]

Corte di Cassazione, sezione tributaria, sentenza 30 gennaio 2018, n. 2241. Le aziende non sono sempre esonerate dalla ritenuta sui buoni pasto. Molto dipende dal CCNL e dal tipo di attività svolta.

Le aziende non sono sempre esonerate dalla ritenuta sui buoni pasto. Molto dipende dal CCNL e dal tipo di attività svolta. Sentenza 30 gennaio 2018, n. 2241 Data udienza 8 [...]

Corte di Cassazione, sezione terza penale, sentenza 22 gennaio 2018, n. 2407. In tema di omesso versamento Iva in caso di esterovestizione, non vi è un obbligo di cooperazione tra le autorità fiscali se l’attività della Guardia di finanza italiana è ritenuta esaustiva.

In tema di omesso versamento Iva in caso di esterovestizione, non vi è un obbligo di cooperazione tra le autorità fiscali se l'attività della Guardia di finanza italiana è ritenuta [...]

Corte di Cassazione, sezione sesta, ordinanza 22 gennaio 2018, n. 1481. L’accertamento tributario nei confronti di una società di capitali a base ristretta costituisce un indispensabile antecedente logico-giuridico dell’accertamento nei confronti dei soci

L'accertamento tributario nei confronti di una società di capitali a base ristretta costituisce un indispensabile antecedente logico-giuridico dell'accertamento nei confronti dei soci, in virtù dell'unico atto amministrativo da cui entrambe [...]

Corte di Cassazione, sezione terza penale, sentenza 22 gennaio 2018, n. 2393. Ante riforma 158/2015 il modello 770 non ha di per sé valore di confessione.

Ante riforma 158/2015 il modello 770 non ha di per sé valore di confessione. Sentenza 22 gennaio 2018, n. 2393 Data udienza 22 settembre 2017 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL [...]

Corte di Cassazione, sezione tributaria, sentenza 17 gennaio 2018, n. 975. Trust e tassazione in misura fissa

Non può applicarsi all’atto di dotazione del trust la tassazione propria degli atti che hanno un effetto patrimoniale; e pure le imposte ipotecaria e catastale, per la stessa ragione, devono [...]

Corte di Cassazione, sezione terza penale, sentenza 18 gennaio 2018, n. 1989. In tema di omesso versamento il modello 770 può essere considerato prova in assenza di altri elementi di fatto del rilascio delle certificazioni

In tema di omesso versamento il modello 770 può essere considerato prova in assenza di altri elementi di fatto del rilascio delle certificazioni solo se il giudice ha riscontrato l'avvenuta [...]

Corte di Cassazione, sezione terza penale, sentenza 18 gennaio 2018, n. 1999. In tema di reati tributari, ai fini della configurabilita’ dell’aggravante nel caso in cui reato e’ commesso dal concorrente nell’esercizio dell’attivita’ di consulenza fiscale

In tema di reati tributari, ai fini della configurabilita' dell'aggravante nel caso in cui reato e' commesso dal concorrente nell'esercizio dell'attivita' di consulenza fiscale svolta da un professionista o da [...]

Corte di Cassazione, sezione terza penale, sentenza 18 gennaio 2018, n. 1969. La confisca diretta del profitto di reato e’ possibile anche nei confronti di una persona giuridica per le violazioni fiscali commesse dal legale rappresentante o da altro organo della persona giuridica nell’interesse della societa’, quando il profitto o i beni direttamente riconducibili a tale profitto siano rimasti nella disponibilita’ della persona giuridica medesima.

E' consentito nei confronti di una persona giuridica il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di denaro o di altri beni fungibili o di beni direttamente riconducibili al profitto di reato [...]

Carica Altri Articoli