Annunci

Categoria: Diritto del Lavoro e della Previdenza sociale

Corte di Cassazione, sezione lavoro, sentenza 28 settembre 2017, n. 22720. Licenziamento intimato durante la gravidanza alla lavoratrice madre

Illegittimo il licenziamento della lavoratrice madre per la chiusura di un reparto.   Sentenza 28 settembre 2017, n. 22720 Data udienza 3 maggio 2017 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA […]

Annunci

Corte di Cassazione, sezioni unite, sentenza 21 settembre 2017, n. 21969. Conseguimento dei benefici di cui al Decreto del Presidente della Repubblica n. 243 del 2006. Quando l’invalido di servizio possa essere considerato vittima del dovere

Perché l’invalido di servizio possa essere considerato vittima del dovere devono sussistere circostanze straordinarie e fatti di servizio che hanno esposto il dipendente a maggiori rischi o fatiche Sentenza 21 settembre 2017, […]

Corte di Cassazione, sezione lavoro, sentenza 18 settembre 2017, n. 21556. Ai fini della liquidazione della quota di pensione in capitale prevista dalla L. n. 859 del 1965, articolo 34, L. n. 244 del 2007, articolo 2, comma 503

Ai fini della liquidazione della quota di pensione in capitale prevista dalla L. n. 859 del 1965, articolo 34, L. n. 244 del 2007, articolo 2, comma 503, recante sanatoria dell’autodeterminazione, ad […]

Corte di Cassazione, sezioni unite civili, sentenza 14 settembre 2017, n. 21302. La rendita vitalizia di cui alla L. n. 1338 del 1962, articolo 13, comma 5, per effetto del mancato versamento da parte di quest’ultimo dei contributi previdenziali e la decorrenza della prescrizione

Il diritto del lavoratore di vedersi costituire, a spese del datore di lavoro, la rendita vitalizia di cui alla L. n. 1338 del 1962, articolo 13, comma 5, per effetto del mancato […]

Corte di Cassazione, sezioni unite civili, sentenza 14 settembre 2017, n. 21301. Sul difetto di giurisdizione in ordine alla circostanza che le mansioni svolte alle dipendenze del datore lavoro privato fossero le stesse eseguite nel periodo precedente, in costanza di rapporto di lavoro pubblico

La circostanza che le mansioni svolte alle dipendenze del datore lavoro privato fossero le stesse eseguite nel periodo precedente, in costanza di rapporto di lavoro pubblico, non fa venir meno la giurisdizione […]

Vai alla barra degli strumenti