Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 6 febbraio 2018, n. 5459. Ai fini del reato di riciclaggio la condotta deve essere idonea ad ostacolare l’identificazione della provenienza del bene

/, Corte di Cassazione, Diritto Penale e Procedura Penale, Sentenze - Ordinanze, Sezioni Diritto/Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 6 febbraio 2018, n. 5459. Ai fini del reato di riciclaggio la condotta deve essere idonea ad ostacolare l’identificazione della provenienza del bene

Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza 6 febbraio 2018, n. 5459. Ai fini del reato di riciclaggio la condotta deve essere idonea ad ostacolare l’identificazione della provenienza del bene

Ai fini del reato di riciclaggio la condotta deve essere idonea ad ostacolare l’identificazione della provenienza del bene, non basta la sola ricezione di somme oggetto di distrazione

Sentenza 6 febbraio 2018, n. 5459
Data udienza 18 gennaio 2018

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE QUINTA PENALE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SABEONE Gerardo – Presidente

Dott. DE GREGORIO Eduardo – Consigliere

Dott. MICHELI Paolo – Consigliere

Dott. FIDANZIA Andrea – Consigliere

Dott. AMATORE Roberto – rel. Consigliere

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
(OMISSIS), nato il (OMISSIS);
(OMISSIS), nato il (OMISSIS);
(OMISSIS), nato il (OMISSIS);
nel procedimento a carico di questi ultimi;
avverso l’ordinanza del 02/05/2017 del TRIB. LIBERTA’ di SALERNO;
sentita la relazione svolta dal Consigliere Dr. ROBERTO AMATORE;
lette/sentite le conclusioni del PG Dr. MIGNOLO OLGA che conclude per il rigetto dei ricorsi.
Udito l’avvocato (OMISSIS) chiede l’accoglimento dei ricorsi;
l’avv.to (OMISSIS) condivide le argomentazioni esposte dall’avv.to (OMISSIS) e si riporta al ricorso.
RITENUTO IN FATTO
Con la ordinanza impugnata il Tribunale della Liberta’ di Salerno, in parziale accoglimento dell’appello proposto dal P.m. presso il Tribunale di Salerno, disponeva il sequestro preventivo ai fini di confisca in forma diretta di somme di denaro anche nei confronti di (OMISSIS) (quanto ad Euro 1.603.597 per il profitto conseguito con le condotte di cui ai capi di imputazione 3,4,5,6 e 9)) e per equivalente nei confronti di (OMISSIS) (quanto ad Euro 330.000 per il profitto conseguito con le condotte di cui al capo di imputazione 34), (OMISSIS) (quanto ad Euro 983.411 per il profitto conseguito con le condotte di cui al capo di imputazione 17) ed ancora nei confronti di (OMISSIS) (quanto ad Euro 298.662 per il profitto conseguito con le condotte di cui al capo di imputazione 7), e cio’ in relazione alla ipotesi di delitto di cui all’articolo 416 c.p., a svariate ipotesi di bancarotta fraudolenta e a ulteriori ipotesi di cui agli articoli 648 bis e ter c.p..

segue pagina successiva in calce all’articolo
[…]

Lascia un commento