Consiglio di Stato, sezione sesta, sentenza 2 gennaio 2018, n. 12. L’intervenuto riconoscimento, da parte dell’amministrazione pubblica, di aver pronunciato in ritardo su alcune istanze non comporta, per ciò solo, l’affermazione della sua responsabilità per danni.

1

L’intervenuto riconoscimento, da parte dell’amministrazione pubblica, di aver pronunciato in ritardo su alcune istanze non comporta, per ciò solo, l’affermazione della sua responsabilità per danni.

Sentenza 2 gennaio 2018, n. 12
Data udienza 12 dicembre 2017

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Consiglio di Stato
in sede giurisdizionale
Sezione Sesta
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 680 del 2012, proposto da:
Fv Mo. S.r.l., in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avvocato Sa. Di Pa., con domicilio eletto presso il suo studio in Roma, piazza (…);
contro
Ministero Per i Beni e Le Attività Culturali, Ministero Per i Beni e Le Attività Culturali – Direzione Regionale Per i Beni Cult. e Paess. del Molise, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentati e difesi per legge dall’Avvocatura Generale Dello Stato, domiciliata in Roma, via (…);
Ministero Per i Beni e Le Attività Culturali – Sopr. dei Beni Architettonici e Paesaggistici non costituito in giudizio;
nei confronti di
Regione Molise, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso per legge dall’Avvocatura Generale Dello Stato, domiciliata in Roma, via (…);
sul ricorso numero di registro generale 7832 del 2016, proposto da:
Fv Mo. Srl, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avvocato Sa. Di Pa., con domicilio eletto presso lo studio Srl Re. Bu. Ce. It. in Roma, piazza (…);
contro
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e altri, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentati e difesi per legge dall’Avvocatura Generale Dello Stato, domiciliata in Roma, via (…);
nei confronti di
Regione Molise, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avvocato Cl. An., con domicilio eletto presso lo studio Delegazione Regione Molise in Roma, via (…);
per la riforma
quanto al ricorso n. 680 del 2012:
per la riforma
della sentenza del T.A.R. MOLISE – CAMPOBASSO: SEZIONE I n. 314/2011, resa tra le parti, concernente realizzazione impianto fotovoltaico e risarcimento del danno
quanto al ricorso n. 7832 del 2016:
della sentenza del T.a.r. Molise – Campobasso: Sezione I n. 00110/2016, resa tra le parti, concernente risarcimento danni derivati dalla condotta tenuta dalle amministrazioni nell’ambito del procedimento di autorizzazione per la realizzazione di impianto fotovoltaico
Visti i ricorsi in appello e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Ministero Per i Beni e Le Attività Culturali e di Ministero Per i Beni e Le Attività Culturali – Direzione Regionale Per i Beni Cult. e Paess. del Molise e di Regione Molise e di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di Direzione Regionale Per i Beni Culturali e Paesaggistici del Molise e di Soprintendenza Per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Molise e di Regione Molise;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 12 dicembre 2017 il Cons. Davide Ponte e uditi per le parti gli avvocati dello Stato Ma. Pi. Ca. dello Stato Ma. Pi. Ca. e Cl. An.;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.
FATTO
La società odierna appellante, attiva nel settore della produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, impugnava la sentenza del Tribunale amministrativo regionale del Molise n. 314 del 2011, nella parte in cui aveva respinto la sua domanda risarcitoria, proposta unitamente alla domanda di annullamento del parere negativo della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici del Molise nell’ambito del procedimento di autorizzazione unica ai sensi dell’art. 12 d.lgs. 29 dicembre 2003, n. 387 per la realizzazione di un campo fotovoltaico in territorio di (omissis) (CB), località (omissis).

[…segue pagina successiva]