Consiglio di Stato, sezione quinta, sentenza 4 gennaio 2018, n. 59. È illegittima l’esclusione dalla gara del soggetto debitore di imposta al quale non è stata notificata la cartella esattoriale.

4

È illegittima l’esclusione dalla gara del soggetto debitore di imposta al quale non è stata notificata la cartella esattoriale. La sentenza ha motivato che nel caso di specie non si applica l’art. 38, lett. g) del d.lgs. 163/2006, che prevede l’esclusione per coloro che hanno commesso violazioni gravi in riferimento “(…) all’obbligo relativo al pagamento delle imposte e tasse”.

Sentenza 4 gennaio 2018, n. 59

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Consiglio di Stato
in sede giurisdizionale
Sezione Quinta
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso in appello iscritto al numero di registro generale 9567 del 2016, proposto da:
Consorzio L’O., in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avvocati Fe. Ia. e Fa. Fi., con domicilio eletto presso lo studio di quest’ultimo in Roma, via (…);
contro
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) – Segretariato regionale della Sardegna, in persona del Ministro pro tempore, non costituito in giudizio;
nei confronti di
Impresa Er. di Sc. Ro., in persona del legale rappresentante pro tempore, non costituita in giudizio;
per la riforma
della sentenza del T.A.R. SARDEGNA – CAGLIARI, SEZIONE I n. 00684/2016, resa tra le parti, concernente affidamento dei lavori di completamento del restauro dei pavimenti musivi nell’area archeologica di Nora
Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 5 dicembre 2017 il Cons. Valerio Perotti ed udito per le parti l’avvocato Fa. Fi.;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.
FATTO
Risulta dagli atti che con ricorso al Tribunale amministrativo della Sardegna, il Consorzio L’O. impugnava il provvedimento di aggiudicazione definitiva della gara indetta dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l’affidamento dei lavori di completamento del restauro dei pavimenti musivi nell’area archeologica di Nora.
L’appalto era stato aggiudicato all’impresa individuale Er. di Sc. Ro., dalla cui documentazione di gara, ad avviso della ricorrente, erano però evincibili alcune gravi irregolarità concernenti l’assolvimento degli obblighi fiscali, tali da comportarne l’esclusione dalla procedura concorrenziale.

[…segue pagina successiva]