Corte di Cassazione, sezione lavoro, ordinanza 18 dicembre 2017, n. 30341. Legittima la mancata erogazione dell’indennità di produttiva al dipendente Inpdap che si assenti spesso dal servizio.

1

Legittima la mancata erogazione dell’indennità di produttiva al dipendente Inpdap che si assenti spesso dal servizio.

Ordinanza 18 dicembre 2017, n. 30341
Data udienza 28 settembre 2017

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. NAPOLETANO Giuseppe – Presidente

Dott. TORRICE Amelia – Consigliere

Dott. BLASUTTO Daniela – rel. Consigliere

Dott. DI PAOLANTONIO Annalisa – Consigliere

Dott. TRICOMI Irene – Consigliere

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA
sul ricorso 15172-2012 proposto da:
(OMISSIS), elettivamente domiciliato in (OMISSIS), presso lo studio dell’avvocato (OMISSIS), che lo rappresenta e difende giusta delega in atti;
– ricorrente –
contro
I.N.P.S. ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE, C.F. (OMISSIS), in persona del legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA CESARE BECCARIA 29, presso l’Avvocatura Centrale dell’Istituto, rappresentato e difeso dall’avvocato (OMISSIS), che la rappresenta e difende giusta delega in atti;
– controricorrente –
avverso la sentenza n. 1408/2011 della CORTE D’APPELLO di ROMA, depositata il 09/06/2011 r.g.n. 3919/2008.
RILEVATO
CHE:
1. La Corte di appello di Roma, con sentenza n.1408/2011, in limitato accoglimento dell’impugnazione proposta da (OMISSIS), ha compensato le spese di lite di primo grado ed ha confermato nel resto l’impugnata sentenza con cui il Tribunale di Roma aveva respinto la domanda proposta dall’appellante, che aveva lamentato l’illegittimita’ della decurtazione della prima rata del compenso incentivante e della mancata corresponsione della seconda e della terza rata, che I’INPDAP, datore di lavoro del (OMISSIS), non aveva erogato a motivo della “insufficiente produttivita’ aggravata dalle ripetute assenze dal servizio” del dipendente.

[…segue pagina successiva]