Consiglio di Stato, sezione terza, sentenza 27 novembre 2017, n. 5559. L’idoneo non vincitore in un concorso pubblico vanta una posizione non di diritto al posto, ma di mera aspettativa all’assunzione

0

L’idoneo non vincitore in un concorso pubblico vanta una posizione non di diritto al posto, ma di mera aspettativa all’assunzione, atteso che l’Amministrazione conserva un’ampia discrezionalità ed ha una semplice facoltà, e non un obbligo, di procedere allo scorrimento della graduatoria, potendo ritenere non prioritaria la copertura del posto o, del pari, ravvisare ragioni nel senso dell’espletamento di un nuovo concorso, ovvero della soppressione della posizione in organico

Sentenza 27 novembre 2017, n. 5559
Data udienza 16 novembre 2017

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale

Sezione Terza

ha pronunciato la presente

SENTENZA

sul ricorso numero di registro generale 4936 del 2014, proposto da:

Be. En. Po., rappresentato e difeso dall’avvocato Ni. Am., domiciliato ex art. 25 c.p.a. presso la Segreteria Sezionale del Consiglio di Stato in Roma, piazza (…);

contro

Regione Campania, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentata e difesa dall’avvocato Al. Bo., con domicilio eletto presso lo studio Ufficio di Rappresentanza Regione Campania in Roma, via (…);

nei confronti di

Azienda Sanitaria Locale di Avellino (già Asl Avellino 1), Gestione Liquidatoria della ex Usl N. 2 di S. An. dei Lo. – non costituiti in giudizio;

per la riforma

della sentenza del T.A.R. CAMPANIA – NAPOLI: SEZIONE V n. 05476/2013, resa tra le parti, concernente risarcimento danni a seguito della mancata immissione in ruolo quale primario di chirurgia.

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visto l’atto di costituzione in giudizio della Regione Campania;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nell’udienza pubblica del giorno 16 novembre 2017 il Cons. Giovanni Pescatore e uditi per le parti gli avvocati Ni. Am. e Li. Bu. su delega di Al. Bo.;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

FATTO e DIRITTO

1. Con ricorso radicato presso il Tar della Campania, notificato alla Regione Campania, alla ASL Avellino 1 e alla Gestione Liquidatoria della ex USL n. 2 di Sant’A. dei Lo., Be. En. Po. ha avanzato una richiesta di risarcimento del danno, dando conto a tal fine:

– di aver partecipato al concorso pubblico per due posti di primario di chirurgia generale indetto dalla USL n. 2 di Sant’A. dei Lo., classificandosi al quarto posto nella graduatoria di merito approvata il 26 aprile 1991;

[…segue pagina successiva]