Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza 13 novembre 2017, n. 26803. Il migrante, a prescindere da una sua richiesta, ha diritto di essere ascoltato nel corso del procedimento di convalida di trattenimento.

2

Il migrante, a prescindere da una sua richiesta, ha diritto di essere ascoltato nel corso del procedimento di convalida di trattenimento.

Ordinanza 13 novembre 2017, n. 26803
Data udienza 17 ottobre 2017

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. GENOVESE Francesco Antonio – rel. Presidente

Dott. SAMBITO Maria Giovanna C. – Consigliere

Dott. DI MARZIO Mauro – Consigliere

Dott. MARULLI Marco – Consigliere

Dott. MERCOLINO Guido – Consigliere

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA
sul ricorso 3867/2016 proposto da:
(OMISSIS), elettivamente domiciliato in (OMISSIS), presso lo studio legale (OMISSIS) avvocato (OMISSIS), rappresentato e difeso dall’avvocato (OMISSIS); (ammesso G.P. Delib. ord. Avv. Bari 10/2/2015);
– ricorrente –
contro
QUESTURA DI BARI;
– intimata –
avverso il Provvedimento di Trattenimento del GIUDICE DI PACE di BARI del 11/12/2015, emesso sul procedimento iscritto al n. 11414/2015 R.G.;
udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non partecipata del 17/10/2017 dal Presidente relatore Dott. FRANCESCO ANTONIO GENOVESE.
FATTI DI CAUSA E RAGIONI DELLA DECISIONE
Con decreto in data 11 dicembre 2015, il Giudice di Pace di Bari ha convalidato il provvedimento adottato dal Questore di Taranto di trattenimento nel centro di identificazione ed espulsione del sig. (OMISSIS), cittadino nigeriano. Avverso tale decreto ha proposto ricorso per cassazione il predetto sig. (OMISSIS), con atto notificato il 1 febbraio 2016, sulla base di cinque motivi, con i quali lamenta la violazione e falsa applicazione di varie disposizioni contenute nel Decreto Legislativo n. 286 del 1998 (articolo 14, comma 4, e articolo 2, comma 6), Decreto Legislativo n. 142 del 2015 (articolo 7, articolo 1, comma 2, articolo 2, comma 1, articolo 6, comma 4), Decreto Legislativo n. 25 del 2008 (articolo 10 bis). Varie direttive UE (2013/32/Ue) e convv. internazionali (CEDU, Patto di NY) e Cost. (articolo 24).

[…segue pagina successiva]