Cassazione penale 2017

Corte di Cassazione, sezione sesta penale, sentenza 26 settembre 2017, n. 44370. Ai fini dell’applicazione di misure di prevenzione nei confronti di un condannato per associazione mafiosa

Ai fini dell’applicazione di misure di prevenzione nei confronti di un condannato per associazione mafiosa, se è passato un apprezzabile lasso di tempo tra accertamento in sede penale e formulazione del giudizio di prevenzione, l’attualità della pericolosità sociale può essere desunta, oltre che dalla condanna definitiva per il 416-bis, dal ruolo svolto nelle attività del clan, dall’assenza di prove sulla sua cessazione ecc.

Sentenza 26 settembre 2017, n. 44370
Data udienza 4 luglio 2017

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA PENALE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MOGINI Stefano – Presidente

Dott. GIANESINI Maurizio – rel. Consigliere

Dott. CRISCUOLO Anna – Consigliere

Dott. CALVANESE Ersilia – Consigliere

Dott. SCALIA Laura – Consigliere

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA
sul ricorso proposto da:
(OMISSIS), nato il (OMISSIS);
(OMISSIS), nato il (OMISSIS);
(OMISSIS), nato il (OMISSIS);
(OMISSIS), nato il (OMISSIS);
avverso l’ordinanza del 16/09/2016 della CORTE APPELLO di MILANO;
sentita la relazione svolta dal Consigliere Dr. MAURIZIO GIANESINI;
lette le conclusioni del PG Dr. Roberto ANIELLO che ha chiesto la dichiarazione di inammissibilita’ del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
1. Il Difensore di (OMISSIS) e dei terzi interessati (OMISSIS), (OMISSIS) e (OMISSIS) ha proposto ricorso per Cassazione contro il provvedimento con il quale la Corte di Appello di MILANO ha confermato il decreto 22/9/2016 del Tribunale di MONZA con revoca della confisca di parte della polizza vita accesa da (OMISSIS) il 16/1/2015 fino alla concorrenza di 25.000,00 Euro e ha poi rigettato l’appello contro il decreto del Tribunale di MONZA che aveva disposto la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale nei confronti di (OMISSIS) e la misura patrimoniale della confisca nei confronti di (OMISSIS), moglie del proposto, e dei figli (OMISSIS) e (OMISSIS), nonche’ l’appello nei confronti del decreto integrativo del Tribunale di MONZA del 16/9/2016.
2. I ricorrenti hanno articolato due motivi di ricorso.

[…segue pagina successiva]

Annunci
Pagine: 1 2 3

Lascia un commento o richiedi un consiglio