Le società cooperative e le mutue assicuratrici

/, Diritto Civile e Procedura Civile, Societario/Le società cooperative e le mutue assicuratrici

Le società cooperative e le mutue assicuratrici

[….segue pagina antecedente]

 

 

10)      IL GRUPPO COOPERATIVO PARITETICO

 

(Codice Civile – Libro V del lavoro – Titolo VI   delle società – Capo I  disposizioni generali cooperative a mutualità prevalente – Sezione IV  degli organi sociali – 2538 – 2545 septies)

 

art.   2545 septies [158] c.c.   gruppo cooperativo paritetico

il contratto (tale accordo contrattuale è inquadrabile nello schema del consorzio) con cui più cooperative appartenenti anche a categorie diverse regolano, anche in forma consortile, la direzione e il coordinamento delle rispettive imprese deve indicare:

1) la durata;

2) la cooperativa o le cooperative cui è attribuita direzione del gruppo, indicandone i relativi poteri;

3) l’eventuale partecipazione di altri enti pubblici e privati;

4) i criteri e le condizioni di adesione e di recesso dal contratto;

5) i criteri di compensazione e l’equilibrio nella distribuzione dei vantaggi derivanti dall’attività comune.

La cooperativa può recedere dal contratto senza che ad essa possano essere imposti oneri di alcun tipo qualora, per effetto dell’adesione al gruppo, le condizioni dello scambio risultino pregiudizievoli per i propri soci.

Le cooperative aderenti ad un gruppo sono tenute a depositare in forma scritta l’accordo di partecipazione presso l’albo delle società cooperative.

 

Fenomeno diffuso nel settore bancario e nel settore assicurativo. Il gruppo rappresenta una aggregazione di soggetti imprenditoriali, collegati a livello organizzativo, ma indipendenti sotto il profilo giuridico, che risponde all’esigenza di organizzare una attività comune in alcuni settori operativi.

Nonostante l’autonomia formale, che è mantenuta dalle singole imprese collettive, nel gruppo sussiste una direzione economica unitaria che consente di svolgere una politica comune e di realizzare le finalità dell’intera organizzazione. In tal senso, l’impresa-gruppo si presenta unitaria, ancorché, sotto l’aspetto giuridico, le singole imprese che lo compongono mantengono la loro autonomia formale, garantendo così una flessibilità strutturale dell’organismo economico, a fronte della limitazione della responsabilità.

L’organizzazione del gruppo può assumere due diverse configurazioni:

  • a catena, quando la società capogruppo (holding) controlla direttamente una società che, a sua volta, ne controlla un’altra, e così via;
  • a stella, quando la capogruppo controlla direttamente tutte le società.

Il “gruppo cooperativo”, costituito da sole cooperative in cui il controllo avviene per mezzo di un apposito contratto, è una forma di collaborazione con cui più cooperative, appartenenti anche a diverse categorie, regolano, anche in forma consortile, il funzionamento in termini di direzione e coordinamento delle loro imprese.

A fronte della costituzione del gruppo paritetico, le cooperative aderenti sono obbligate a iscrivere presso l’Albo delle società cooperative, previsto dall’art. 2512[159], il testo dell’accordo di partecipazione in forma scritta.

[…segue pagina successiva]

Pubblicato da | 2018-04-11T19:02:33+00:00 5 ottobre 2017|Articoli e saggi, Diritto Civile e Procedura Civile, Societario|0 Commenti

Lascia un commento