Il contratto per persona da nominare

Il contratto per persona da nominare

[….segue pagina antecedente]

 

 

[1] Per aprire il collegamento testuale cliccare sul paragrafo o sul numero di pagina

[2] Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 12 maggio 2015, n. 9595, per la consultazione del testo integrale aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2015/05/28/corte-di-cassazione-sezione-iii-sentenza-12-maggio-2015-n-9595-il-tratto-peculiare-del-contratto-per-persona-da-nominare-art-1401-c-c-in-cui-la-riserva-di-nomina-del-terzo-determina-una-parz/

Cfr Cass., 17 marzo 1995, n. 3115; analogamente, tra le tante, Cass., 10 ottobre 2002, n. 14460; Cass., 30 ottobre 2009, n. 23066; Cass., 21 marzo 2013, n. 7217

[3] Gazzoni

[4] Visalli

[5] Giacobbe – Scalone

[6] Stolfi

[7] Pennasilico – Santoro Passarelli – Betti – Mirabelli – Visintini – Giurisprudenza – Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 12 maggio 2015, n. 9595, per la consultazione del testo integrale aprire il seguente collegamento on-line

https://renatodisa.com/2015/05/28/corte-di-cassazione-sezione-iii-sentenza-12-maggio-2015-n-9595-il-tratto-peculiare-del-contratto-per-persona-da-nominare-art-1401-c-c-in-cui-la-riserva-di-nomina-del-terzo-determina-una-parz/

Cfr Cass., 15 dicembre 1987, n. 9301; Cass., 4 ottobre 1983, n. n. 5777 secondo cui, nel contratto per persona da nominare, i rapporti tra il dichiarante e la persona nominata sono regolati dalla disciplina della rappresentanza volontaria e il contraente che si é riservata la facoltà di nomina assume la funzione di rappresentante del terzo nell’arco di tempo che corre dalla conclusione del contratto alla dichiarazione di nomina.

[8] Gazzoni

[9] Bianca

[10] Bianca

[11] Falzea

[12] Cariota Ferrara – Messineo – Corte di Cassazione, Sezione II civile, Sentenza 2 marzo 2015, n. 4169. Nel contratto per persona da nominare la riserva della nomina del terzo determina una parziale indeterminatezza soggettiva del contratto, ovvero una fattispecie di contratto a soggetto alternativo. A seguito dell’esercizio del potere di nomina, il terzo subentra poi nel contratto e, prendendo il posto della parte originaria, acquista i diritti ed assume gli obblighi correlativi nei rapporti con l’altro contraente, con effetto retroattivo, con la conseguenza che deve essere considerato fin dall’origine unica parte contraente contrapposta al promittente ed a questo legata dal rapporto costituito dallo stipulante. Pertanto, il tratto peculiare del contratto per persona da nominare è dato proprio dal subentrare nel contratto di un terzo – per effetto della nomina e della sua contestuale accettazione – che, prendendo il posto del contraente originario (lo stipulante), acquista i diritti ed assume gli obblighi correlativi nei rapporti con l’altro contraente (promittente) determinando, inoltre, la contemporanea fuoriuscita dal contratto dello stipulante, con effetto retroattivo, per cui il terzo si considera fin dall’origine unica parte contraente contrapposta al promittente ed a questa legata dal rapporto costituito dall’originario stipulante. Quanto espresso avviene tuttavia a condizione che vi sia stata una tempestiva e valida “electio amici”, restando altrimenti applicabile il chiaro disposto dell’art. 1405 c.c.

[13] Gazzoni

[14] Gazzoni – De Cristoforo

[15] Enrietti – Costanza – Stolfi

[16] Bianca – Gazzoni

[17] Corte di Cassazione, Sezione II civile, sentenza 22 marzo 2006, n. 6405. Nel contratto per persona da nominare, con il quale una parte si sia riservata la facoltà di nominare successivamente la persona che deve acquistare i diritti ed assumere gli obblighi nascenti dallo stesso, non è richiesto che all’atto della stipulazione ex art. 1401 c.c. la persona da nominare sia già esistente, essendo invece necessaria tale esistenza solo nel successivo momento della designazione ex art. 1402 c.c., in virtù della quale il terzo nominato subentra nei diritti ed obblighi assunti dall’originario contraente.

[18] Per un maggior approfondimento sul contratto preliminare aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2011/02/01/le-trattative-ed-il-contratto-preliminare/

[19] Capozzi

[20] Santarcangelo

[21] Corte di cassazione, sezione II, sentenza 2 marzo 2015, n. 4169, per la consultazione del testo integrale aprire il seguente collegamento on-line

https://renatodisa.com/2015/03/04/corte-di-cassazione-sezione-ii-sentenza-2-marzo-2015-n-4169-nel-contratto-per-persona-da-nominare-la-mancata-tardiva-o-invalida-indicazione-del-terzo-non-puo-che-determinare-ai-sensi-della/

[22] Capozzi – seguita da Messineo e la costante Giurisprudenza

[23] Bianca

[24] Corte di Cassazione, Sezione II civile, sentenza 30 aprile 2012, n. 6612

[25] Per un maggior approfondimento sul contratto di permuta aprire il seguente collegmanto on-line https://renatodisa.com/2011/01/31/il-contratto-di-permuta/

[26] Messineo

[27] Per un maggior approfondimento contratto preliminare aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2011/02/01/le-trattative-ed-il-contratto-preliminare/

[28] Corte di Cassazione, sezione II civile, sentenza 3 agosto 2012 n. 14105, più recentemente, Corte di Cassazione, Sezione II civile, sentenza 31 maggio 2016, n. 11234 secondo cui é stato piu’ volte chiarito da questa Corte (Cfr., ad es., Cass. n. 891 del 1981; n. 2570 del 1995), la clausola che prevede che l’acquirente acquisti per sé o per persona da nominare (comportante la configurabilità sia di una cessione del contratto ai sensi dell’articolo 1406 c.c. con il preventivo consenso del cessionario a norma del successivo articolo 1407, sia di un contratto per persona da nominare di cui all’articolo 1401) é compatibile sia con lo schema del contratto preliminare, sia con quello del contratto definitivo di compravendita; e che tale pluralità di configurazioni giuridiche in relazione al regolamento dell’intervento di terzi nella fattispecie contrattuale – preliminare o definitiva – va riferita necessariamente al contenuto effettivo della volontà delle parti contraenti, chel’interprete deve ricercare in concreto anche in correlazione alla funzione, invalsa nella pratica quotidiana degli affari, di impiegare proprio il contratto preliminare per la disciplina intertemporale dei rapporti contrattuali delle parti

[29] Per un maggior approfondimento sulla cessione del contratto aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2011/04/29/la-cessione-del-contratto/

[30] Per un maggior approfondimento sul contratto a afvore del terzo aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2011/01/12/il-contratto-a-favore-del-terzo/

[31] Per un maggior approfondimento sulla donazione indiretta aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2016/10/17/le-donazioni/

[32] Corte di Cassazione, Sezione II civile, sentenza 29 febbraio 2012, n. 3134

[33] Corte d’Appello Milano, Sezione IV civile, sentenza 18 novembre 2016, n. 4283

[34] Corte di Cassazione, Sezione III civile, sentenza 29 settembre 2006, n. 21254

[35] Mirabelli

[36] Corte di Cassazione, szione II civile, sentenza 21 marzo 2013 n. 7217

[37] dottrina prevalente Gazzoni – Bianca – Messineo – Santoro – Passarelli – Capozzi

[38] Formica – Ghinassi: secondo cui “la clausola normalmente ricorrente nei preliminari di vendita, che consente di effettuare la nomina in sede di definitivo (e quindi per lo più oltre i tre giorni), può dar luogo ad inaspettate e pesanti pretese impositive ai sensi dell’art. 32 citato. Più precisamente il definitivo potrebbe essere tassato come contenente una implicita ancorché inespressa dichiarazione di nomina di altro soggetto e quindi come produttivo di un duplice effetto traslativo. Occorrerà pertanto valutare assai prudentemente l’utilizzo di formule, assai ricorrenti nella prassi, in base alle quali la facoltà di nomina è differita al contratto definitivo e quindi sostanzialmente riferita a quest’ultimo negozio. Assai più rassicurante risulterà infatti utilizzare clausole dalle quali si evinca senza possibilità di dubbi che la clausola è riferita solo ed esclusivamente al preliminare: invero, in tale ipotesi, la nomina successivamente effettuata anche oltre i tre giorni potrà tutt’al più legittimare l’ufficio, ai sensi dell’art. 32 del t.u., alla percezione di un’ulteriore imposta fissa. Ciò in quanto il medesimo art. 32 dispone che la nomina effettuata in difformità da quanto prevede la norma (e cioè oltre i tre giorni) legittima l’applicazione dell’imposta relativa al contratto cui la nomina stessa si riferisce; trattandosi pertanto di nomina riferita a contratto preliminare sarà in ogni caso dovuta, come si diceva, la sola imposta fissa”

[39] Corte di Cassazione, Sezione II civile, sentenza 22 maggio 2013, n. 12590, cfr. Cass. 17/2/1983 n. 1219; Cass. 12/4/1999 n. 3576

[40] Corte di Cassazione, Sezione II civile, sentenza 30 aprile 2012, n. 6612

[41] Corte d’Appello Campobasso, civile, sentenza 21 ottobre 2009, n. 161. Nel preliminare di vendita per persona da nominare la nomina del terzo non deve necessariamente essere espressa in forma di dichiarazione diretta, potendo essa anche consistere in una dichiarazione resa innanzi a persona autorizzata dalla legge a riceverla, come, ad esempio, un notaio, purché, tuttavia, contenente la chiara volontà di designazione del terzo.

[42] Corte di Cassazione, Sezione II civile, sentenza 21 marzo 2013, n. 7217

[43] Gazzoni

[44] Bianca

[45] Tribunale Padova, civile, sentenza 13 febbraio 2014 n. 507

[46] Corte di Cassazione, sezione II civile, sentenza 21 settembre 2011 n. 19211

[47] per tutti Santoro – Passarelli

[48] Per un maggior approfondimento sul contratto a afvore del terzo aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2011/01/12/il-contratto-a-favore-del-terzo/

[49] Per un maggior approfondimento sulla interposizione fittizia di persona aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2013/04/04/la-simulazione/

[50] Per un maggior approfondimento sulla cessione del contratto aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2011/04/29/la-cessione-del-contratto/

[51] Gabrielli

[52] Corte di Cassazione, sezione II civile, sentenza 24 gennaio 2017, n. 1797, per la consultazione del testo integrale aprire il seguente collegamento on-line https://renatodisa.com/2017/02/27/corte-di-cassazione-sezione-ii-civile-sentenza-24-gennaio-2017-n-1797/

 

1 Commento

  1. […] Il contratto per persona da nominare […]

  2. […] Il contratto per persona da nominare […]

Lascia un commento