Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 9 aprile 2014 n. 15898 del 09 aprile 2014. Non ogni inadempimento dell’obbligo di mantenimento si traduce in una violazione della legge penale. Per integrare il reato proprio di chi fa «mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori», non è infatti sufficiente una breve «autoriduzione» dell’assegno, decisa peraltro a seguito delle mutate condizioni economiche

/, Corte di Cassazione, Diritto Penale e Procedura Penale, Sentenze - Ordinanze/Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 9 aprile 2014 n. 15898 del 09 aprile 2014. Non ogni inadempimento dell’obbligo di mantenimento si traduce in una violazione della legge penale. Per integrare il reato proprio di chi fa «mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori», non è infatti sufficiente una breve «autoriduzione» dell’assegno, decisa peraltro a seguito delle mutate condizioni economiche

Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 9 aprile 2014 n. 15898 del 09 aprile 2014. Non ogni inadempimento dell’obbligo di mantenimento si traduce in una violazione della legge penale. Per integrare il reato proprio di chi fa «mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori», non è infatti sufficiente una breve «autoriduzione» dell’assegno, decisa peraltro a seguito delle mutate condizioni economiche

assegno divorzile

 

Testo integrale

Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 9 aprile 2014 n. 15898 del 09 aprile 2014

Lascia un commento