Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 30 agosto 2013 n. 19962. Il comune paga i danni al proprietario del fondo danneggiato a causa dell’insediamento di un centro residenziale privo di fognature, sicché le acque si sono infiltrate nella roccia sgretolandola

1

www.studiodisa.it

Il testo integrale

www.studiodisa.it 

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 30 agosto 2013 n. 19962[1]

La domanda di risarcimento anche in forma specifica avanzata nei confronti del Comune non investe atti e scelte autoritative del comune, ma una attività materiale soggetta allo ius privatorum e con essa al precetto civile del neminem laedere