Cassazione civile 2013

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 11 ottobre 2012 n. 17324. Non ha diritto all’indennizzo per le migliorie apportate all’immobile il conduttore che nel contratto di locazione abbia previsto la loro esclusione anche se è passato molto tempo (8 anni)

locazioni-300x204

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 6 agosto 2013 n. 18665[1]

Come accertato in appello: appare controverso se la rinuncia all’indennità per migliorie stabilita nel contratto possa riguardare anche le future opere ed innovazioni non descritte nel contratto medesimo ma che potranno risultare eseguite nel 1999, e cioè a distanza di 8 anni dalla stipula del contratto di locazione, così come è controverso se i locatori, a fronte di tali migliorie, abbiano espresso il loro consenso, sia pure tacito, non risultando in atti alcuna manifestazione di protesta e di contestazione

Annunci

Lascia un commento o richiedi un consiglio