Corte di Cassazione, sezione V, sentenza 15 luglio 2013 n. 30502. Reato di ingiuria per per il dirigente che accusi pubblicamente un dipendente di essere responsabile del cattivo andamento dell’azienda

/, Diritto del Lavoro e della Previdenza sociale, Diritto Penale e Procedura Penale, Sentenze - Ordinanze/Corte di Cassazione, sezione V, sentenza 15 luglio 2013 n. 30502. Reato di ingiuria per per il dirigente che accusi pubblicamente un dipendente di essere responsabile del cattivo andamento dell’azienda

Corte di Cassazione, sezione V, sentenza 15 luglio 2013 n. 30502. Reato di ingiuria per per il dirigente che accusi pubblicamente un dipendente di essere responsabile del cattivo andamento dell’azienda

www.studiodisa.it

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione V, sentenza 15 luglio 2013 n. 30502[1]

Prive del carattere della continenza … le accuse …, siccome fatte pubblicamente, in modo perentorio e con l’utilizzo di espressioni eccessive, che non servivano a richiamare il dipendente alle sue responsabilità, ma ad esporlo alla disapprovazione e al ludibrio dei colleghi (“Se qualcuno riceve la macchina sfregiata … lei è uno di quelli che è considerato sotto incriminazione”; “lei è uno dei grandi contribuenti degli insuccessi che ha l’azienda”; “è giusto che i suoi colleghi sappiano se quello che succede non va bene è anche perché P… ci mette tutta la sua volontà perché non vadano bene”); mentre la “pertinenza” delle espressioni relative al danneggiamento delle autovetture è esclusa in radice dalla sua gratuità, giacché sì trattava si di un problema aziendale, ma arbitrariamente addebitato al P…, in assenza di prova (nemmeno il difensore dell’imputato ha potuto argomentare sul punto) che egli ne fosse l’autore

Lascia un commento o richiedi un consiglio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: