Cassazione penale 2013

Corte di Cassazione, sezione IV, sentenza 20 marzo 2013 n. 12923. Omicidio colposo per il medico di famiglia che sbaglia la diagnosi

www.studiodisa.it

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione IV, sentenza 20 marzo 2013 n. 12923[1]

L’esistenza del nesso causale richiede una condicio sine qua non, un antecedente senza il quale l’evento non si sarebbe verificato, da valutare sulla base del criterio della elevata credibilità razionale o probabilità logica, conformemente all’insegnamento delle Sezioni unite.

Dunque, secondo la Corte territoriale se l’imputato avesse operato in maniera diversa, si sarebbero evitate le conclusioni infauste

Annunci

Lascia un commento o richiedi un consiglio