Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 27 febbraio 2013 n. 9220. Al reo deve applicarsi la legge le cui disposizioni sono più favorevoli anche se, successivamente, il legislatore ritenga di modificarla in senso meno favorevole

/, Diritto Penale e Procedura Penale, Sentenze - Ordinanze/Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 27 febbraio 2013 n. 9220. Al reo deve applicarsi la legge le cui disposizioni sono più favorevoli anche se, successivamente, il legislatore ritenga di modificarla in senso meno favorevole

Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 27 febbraio 2013 n. 9220. Al reo deve applicarsi la legge le cui disposizioni sono più favorevoli anche se, successivamente, il legislatore ritenga di modificarla in senso meno favorevole

www.studiodisa.it

 

 

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 27 febbraio 2013 n. 9220[1]

In materia di successione di leggi penali, l’articolo 2 del Cp, comma 3, prende in considerazione tutti i mutamenti legislativi intervenuti, stabilendo che deve applicarsi la legge le cui disposizioni sono più favorevoli al reo; pertanto, una volta che sia entrata in vigore una legge più favorevole, questa deve essere applicata sempre, anche se, successivamente, il legislatore ritenga di modificarla in senso meno favorevole, ripristinando le pene più severe previste da altra legge anteriore che la legge mitior aveva a sua volta modificato

Lascia un commento