Corte di Cassazione, sezione VI, ordinanza 4 febbraio 2013 n. 2500. Il condomino che compie una sopraelevazione non può sostituire al tetto un terrazzo da destinare a uso esclusivo perché sottrae un bene comune all’uso stabilito

/, Condominio, Diritti reali e Condominio, Diritto Civile e Procedura Civile, Sentenze - Ordinanze/Corte di Cassazione, sezione VI, ordinanza 4 febbraio 2013 n. 2500. Il condomino che compie una sopraelevazione non può sostituire al tetto un terrazzo da destinare a uso esclusivo perché sottrae un bene comune all’uso stabilito

Corte di Cassazione, sezione VI, ordinanza 4 febbraio 2013 n. 2500. Il condomino che compie una sopraelevazione non può sostituire al tetto un terrazzo da destinare a uso esclusivo perché sottrae un bene comune all’uso stabilito

Condominio lastrico solare

 

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione VI, ordinanza 4 febbraio 2013 n. 2500[1]

La sopraelevazione è ravvisabile solo in presenza di un intervento edificatorio che comporti lo spostamento in alto della copertura del fabbricato, del tetto o del lastrico solare, in modo da interessare la colonna d’aria sovrastante lo stabile.

 

Lascia un commento