Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 3 gennaio 2013, n. 117. Concorso nel reato di esercizio abusivo della professione per il direttore sanitario della struttura che non ha impedito l’evento pur essendo tenuto a farlo

1

www.studiodisa.it

 

Il testo integrale

 www.studiodisa.it

Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 3 gennaio 2013 n. 117[1]

Per la S.C. è obbligo del direttore sanitario pretendere il rigoroso rispetto delle sfere di competenza professionale dei singoli operatori che agiscono nel presidio, con particolare riguardo agli atti di esclusiva competenza del medico, e di adottare provvedimenti in caso di inosservanza, onde ricondurre l’espletamento dell’attività professionale nell’alveo della legalità.