Articoli e saggi

La locazione

La locazione

 

La locazione

Ultimo aggiornamento 30 ottobre 2017 non riscontrabile, però, all’interno del Pdf

Sommario

 

1) Natura – pag. 2

A)   Il locatore

B)   Il Conduttore

C)   Locazione e Comunione

D)   Locazione ed usufrutto

2) Trasmissibilità dei diritti del locatore ed il conflitto tra più conduttori – pag. 3

3) I requisiti del contratto – pag. 4

A)   Accordo delle parti –   B)   La causa  – C)   La forma  D)  La registrazione (per i contratti ad uso abitativo e commerciale)  –  E)  La denunzia all’autorità locale di pubblica sicurezza –  F) Certificato APE  – G)  L’oggetto

4) La durata, la rinnovazione  e l’estinzione del rapporto – pag. 5

5) Obblighi del locatore – pag. 6

6) Obblighi del conduttore – pag. 7

7) Miglioramenti ed addizioni – pag. 8

8) Sublocazione – pag. 9

9)  La cessione della locazione – pag. 10

10 ) Trasferimento della cosa locata – pag. 11

11) Figure affini e differenze – pag. 12

A)   ComodatoB)   Precario onerosoC)   AppaltoD)  LeasingE)  Contratto di lavoro –  F)   Anticresi –  G)  Deposito  – H)  NoleggioI)  Contratto d’albergo –   L) Contratto di fitto d’azienda  – M) Affitto di fondo rustico

12) La disciplina dei fondi immobili ed urbani –  pag. 13

A)   Disciplina codicistica B)   Disciplina speciale

  • Abitazione – pag. 14             

  • Uso diverso da abitazione – pag. 15

13) Le azioni a tutela – pag. 16

A) Il rito locatizio

B)  Il procedimento per la convalida dello sfratto

C)  Il procedimento ex art. 30 L. 392/1978

 

14) NOTE – pag. 17

Nel presente contributo è stato analizzato in primis il contratto di locazione in senso generale secondo la previsione codicistica, in seconda battuta tale fattispecie è stata sviscerata, soprattutto per quanto riguarda gli immobili urbani, nell’esposizione e applicazione delle leggi speciali integrative; ovvero la legge 27 luglio 1978, n. 392 e  la legge 9 dicembre 1998, n. 431, oltre ad un rapido excursus in tema di proroga delle locazioni.

Infine, è stata posta anche la giusta attenzione sulle azioni processuali a tutela, in particolare il rito locatizio ed i procedimenti sommari collegati.

La locazione è una delle poche fattispecie contrattuali previste dal codice civile ancora di grande attualità, foriera di innumerevoli contese tra proprietari e conduttori in virtù delle grosse e rilevanti problematiche che attraversa il mercato immobiliare, per il mondo sommerso di rapporti senza alcuna disciplina ed altri rispecchianti contratti modello fac-simile ben lontani da forme di garanzie elementari sia per il locatore che per il conduttore.

Di grande interesse è risultato l’approfondimento dei rapporti e dei rispettivi obblighi che si vanno ad instaurare tra i due soggetti del contratto, dalla fase della consegna, passando per la manutenzione e l’uso sino a quella della restituzione, che più delle volte nell’attualità non sono trattati nella giusta considerazione, per la mancanza di conoscenza o meglio per la superficialità che contraddistingue i soggetti che interpellano gli operatori del diritto soltanto in una fase patologica del rapporto.

Difficile, infine, è stato, rispetto ad altri lavori, presentare schematicamente quest’ultima opera; tuttavia al fine di una migliore comprensione del presente saggio si è cercato attraverso collegamenti testuali (ai quali si chiede di porre la giusta attenzione) di rendere organica la trattazione.

[…segue pagina successiva]

Annunci
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

22 risposte »

  1. Gentile avvocato,

    due anni fa ho acquistato un immobile condotto in locazione commerciale.
    Adesso che la locazione è terminata il conduttore mi chiede la restituzione
    della caparra più interessi. So che spetta a me restituirla, ma posso recuperarla
    dai precedenti proprietari dell’immobile?

    grazie mille

    Marilena

    • Gentile sig.ra Marilena
      al netto della lettura dell’atto d’acquisto, credo che Lei possa richiedere la restituzione della caparra al momento in cui il contratto di locazione è cessato.

      Le ho inviato una e-mail all’indirizzo di posta da Lei utilizzato e La invito a prenderne visione.
      Qualora desideri mi ritenga già disponibile per un’assistenza legale (r.disa@studiodisa.it 0818774842).

      La ringrazio per la fiducia riposta.
      Le ricordo, infine, di iscriversi alla newsletter e di seguirmi su facebook (https://www.facebook.com/studiolegaleDIsa) e su Twitter (https://twitter.com/AvvRenatoDIsa) per essere quotidianamente aggiornato.
      Cordiali saluti.

  2. Tenendo conto del suo parere, e di questo La ringrazio ancora, a Dic 2012 stipulai un contratto di affitto di un magazzino per un periodo di mesi 6 prorogabile di altri 6 mesi, così come è avvenuto. Giunti al termine del secondo semestre (09.12.2012) il locatore non ha liberato l’immobile nè comunicato alcuna decisione se non un laconico telefonico: “Ne parliamo dopo Natale”. Posso ritenere il contratto rinnovato tacitamente di altri sei mesi e sollecitare il pagamento della mensilità in corso (10/12/13-09/01/14)?
    La ringrazio

  3. Egr.Avv.,l’AGEA di Roma Organismo pagatore agli aiuti comunitari ha fatto richiesta allo scrivente delegato all’utilizzo del terreno(0.20.36)del” concordato d’uso gratuito” di un terreno coltivato a oliveto lasciatoci in eredita’ x successione mortis causa da nostra madre.(siamo 4 f.lli).PRECISO che gia’ in precedenza ho trasmesso degli atti notori di consenso verbale a firma dei miei f.lli delegandi all’uso gratuito del suddetto terreno,ma la cosa che piu’ infastidisce-mi perdoni!-e che l’AGEA pretende la registrazione all’AdE del “concordato”infischiandosene della ris.n14 del 6.2.2001della stessa Agenzia delle Entrate.Come comportarsi?Il comodato puo’ essere scritto o verbale e nel secondo caso non soggetto a registrazione?Grazie.

Lascia un commento o richiedi un consiglio