Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 17 ottobre 2012 n. 40611. Ai fini della identificazione di un soggetto sono utilizzabili le intercettazioni decodificate con il metodo voice-net quando non è possibile il metodo “parametrico” per via dei pochi secondi registrati

1

 

 

Il testo integrale

 

Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 17 ottobre 2012 n. 40611[1]