Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 28 agosto 2012 n. 33319. L’inadempimento saltuario del pagamento dell’assegno non è sufficiente per far condannare l’ex coniuge

3

 

 

Il testo integrale

Corte di Cassazione, sezione VI, sentenza 28 agosto 2012 n. 33319[1]

Per la Cassazione, le inadempienze (6 su 21) sono ben compatibili con il tipo di lavoro dell’ex marito, cameriere a tempo, e dunque tali da non configurare, quanto meno sotto il profilo psicologico, quella consapevole e volontaria sottrazione agli obblighi di somministrazione dei mezzi di sussistenza che costituisce il nucleo essenziale del delitto previsto dal secondo comma dell’articolo 570 del codice penale.

 

Sorrento 29 agosto 2012.

Avv. Renato D’Isa