Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 12 giugno 2012 n. 9546. Il genitore collocatario non può introdurre il figlio alla nuova fede religiosa alla quale ha aderito

4

 

Il testo integrale[1]

Aprire il seguente collegamento

Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 12 giugno 2012 n. 9546

Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza in commento che ha sostenuto il provvedimento della Corte d’appello che, in sede di separazione tra i coniugi, impone alla madre collocataria di astenersi dal coinvolgere il figlio piccolo nella sua nuova scelta religiosa.

La donna, al momento della nascita del figlio, aveva consentito che il piccolo fosse battezzato e seguisse una formazione religiosa cattolica. In seguito però si era convertita alla confessione religiosa dei Testimoni di Geova ed erano cominciati a sorgere problemi con il marito circa l’educazione religiosa del piccolo.

 

Sorrento,  13 giugno 2012.                                                Avv. Renato D’Isa