Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 23 gennaio 2012 n. 2660. Punito con la reclusione l’utilizzo di un mezzo militare per fini privati da parte di un carabiniere

0

Corte di Cassazione – Sezione I, sentenza 23 gennaio 2012 n. 2660.Punito con la reclusione l’utilizzo di un mezzo militare per fini privati da parte di un carabiniere

 Il testo integrale

Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 23 gennaio 2012 n. 2660

Con la sentenza in commento, la Cassazione respinge, il ricorso del milite non avallando la sua giustificazione credibile e lancia un monito contro l’utilizzo abusivo di veicoli dello Stato da parte degli appartenenti alle Forze dell’ordine.
Il carabiniere percosse 37 km con tale mezzo per un fine privato, ovvero medicinali e sigarette.
Sia in primo grado che in appello è stata ritenuta corretta la qualificazione giuridica del fatto non essendo ravvisabile la più grave ipotesi di peculato d’uso, in quanto la responsabilità di gestione e custodia  del mezzo era attribuita interamente al conduttore e non al capomacchina (imputato).

Sorrento  24 gennaio 2012.                                                         Avv. Renato D’Isa

Testo scaricabile e consultabile dal portale giuridico del Sole24Ore – Guida al diritto –
http://www.diritto24.ilsole24ore.com/guidaAlDiritto/penale/sentenzeDelGiorno/2012/01/un-mese-di-reclusione-per-il-carabiniere-che-usa-il-veicolo-di-servizio-per-fini-privati.html